LA RUBRICA DEL LUNEDI’ – RISPOSTE

SOS ORCHIDEE LA RUBRICA DEL LUNEDI’ RISPOSTE

In risposta al quesito della settimana, pubblichiamo alcune note sul Cymbidium goeringii.

Cymbidium goeringii (Rchb.f) Rchb.f 1864

Distribuzione: Taiwan, Giappone, Cina ad ovest del sud e Corea

Nome Giapponese: SHUNRAN (Orchidea della primavera).

Il nome goeringii, deriva da Goering, cacciatore d’orchidee Tedesco, che la raccolse in Giappone nel 1800.

IlCymbidium goeringii è una specie terricola molto variabile, in particolare nel colore e nella forma dei suoi fiori.

Riferendosi alla posizione e struttura dei petali delCymbidium goeringii, i coltivatori cinesi, illustrano quattro sue forme diverse: (Mei – ban, He – ban, Shui xian – ban, Ji – ban), le varietà note, sono, longibracteatum, serratum o virescens.

Un gruppo di botanici del Sud Corea, negli anni 90, ha prodotto degli studi sulla variabilità genetica di questa specie ed ha osservato che le colonie di Cymbidium goeringii, mantengono le loro somiglianze genetiche entro un raggio di 14- 15 metri, oltre quell’area, cominciano a manifestarsi, mutazioni, causate da impollinazioni e semi, provenienti da colonie limitrofe.

In natura, è distribuita nella parte sud – ovest della Cina, Taiwan, Giappone e Corea.

In Cina e Giappone, è un’orchidea molto popolare, oggetto di mille cure e studi molto approfonditi: la bibliografia racconta che i Cinesi, coltivano questa specie, da oltre mille anni, perchè considerano il dolce profumo dei suoi fiori e la struttura elegante della pianta, un simbolo di personalità perfetta e qualità superiore della persona.

E’ una pianta di piccole dimensioni, soprattutto se paragonata ai Cymbidium commerciali, con piccolissimi pseudobulbi a sviluppo simpodiale, avvolti da spessa membrana e portanti foglie, lanceolate, ricurve e molto sottili, lunghe 20 – 25 cm; i fiori, da 1 a 3, sbocciano, all’apice di uno stelo basale lungo 10 cm, da Febbraio a Marzo e sono molto profumati, misurano 5 cm. di diametro.

Le radici di quest’orchidea, rispetto alla sua dimensione, sono molto grosse e facilmente danneggiabili, amano stare fresche e lievemente umide (l’eccesso d’umidità stagnante, procura danni vegetativi), quindi in coltivazione, va sistemata in vasi abbastanza drenanti, con composto a base di corteccia, miscelata con torba di sfagno ed un po’ di sabbia grossa, magari, miscelata con agriperlite.

Il Cymbidium goeringii, pur essendo una pianta terricola, preferisce vivere in spazi erbosi, vicino agli alberi, dove il substrato è soffice e ricco di sostanze nutritive.

Un pensiero su “LA RUBRICA DEL LUNEDI’ – RISPOSTE

  1. da poco mi hanno riportato dalla cina due di questi cymbidium,li ho sistemati in un composto a base di terriccio e foglie di faggio con perlite grossa e bark,vorrei sapere se è corretto e avere info su eventuali esigenze della pianta in fatto di luce,riposo,concime..
    grazie rossella

Ciao! Che ne pensi?

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.