S.O.S. ORCHIDEE

S.O.S. ORCHIDEE……RUBRICA SETTIMANALE DI ORCHIDS IT

AVETE PROBLEMI CON LE VOSTRE ORCHIDEE? CLICCATE SULLA FINESTRA “COMMENTI” ED INVIATE IL VOSTRO QUESITO.

Se lo desiderate potete rimanere anonimi e se invece intendete qualificare la vostra presenza, avete la possibilità di comunicare i vostri dati, sia pubblicandoli sul commento oppure inviandoli riservatamente, a GUIDO DE VIDI responsabile del sito.

La redazione risponderà alle vostre nuove domande, nella rubrica: S.O.S. ORCHIDEE, del prossimo lunedì.

In rispetto della legge sulla privacy, non pubblichiamo gli indirizzi, anche elettronici, delle persone che interagiscono.

———————————————————————————————
Domanda della settimana

Commento di Donatella- Milano

“Sono una ragazza di Milano che lo scorso Settembre, ha potuto ammirare le sue orchidee esposte a Villa Giulia alla manifestazione Internazionale ORCHIDEE SUL LAGO, spero di poter rivedere le sue piante anche nella prossima edizione. Colgo l’occasione per rivolgerle una domanda forse frivola: lei parla con le sue orchidee. Grazie per la sua attenzione ed arrivederci a Villa Giulia”

De Vidi risponde:

La sua domanda non è assolutamente frivola, il collezionista instaura un rapporto molto stretto con le sue piante ed il dialogo con loro, è abbastanza comune.
Si parla con le nostre orchidee per manifestare ammirazione, stupore, delusione e qualche volta, anche per rimproverarle.
Maxillaria tenuifolia Collezione De Vidi.
Foto del 18.07.04 Diritti riservati.
Molto tempo fa, mi è capitato di instaurare una reprimenda nei confronti della mia Maxillaria tenuifolia, un ceppo stupendo che cresceva a dismisura anno dopo anno, senza mai fiorire.
In quel periodo, le mie piante, circa un migliaio, erano stipate in 40 metri quadri e non c’era tanto spazio da dedicare alle piante dispettose: la mia Maxillaria, apparteneva ad un piccolo gruppetto di “monelle”che non si decidevano mai a mostrarmi i loro fiori.
Un giorno mi fermai sotto la Maxillaria tenuifolia, la pianta prosperava in un supporto di xaxim appeso al soffitto della serra e di fiori neanche l’ombra, la guardai ed affermai: < < Cara amica mia, qui dentro non c’è più posto per tipi come te, fiorisci, oppure prendo seri provvedimenti>>, sarà stato il caso, ma dopo pochissimi giorni, la mia amica, cominciò a mostrarmi una miriade di fiori profumatissimi di cocco, picchiettati, color vermiglio. Da quella volta rifiorì regolarmente tutti gli anni.
Potrei continuare con moltissimi altri aneddoti: certo, io parlo con le orchidee e di solito loro mi capiscono. Nel fantastico mondo delle orchidee, molti ne parlano, pur non sapendo comunicare con loro, purtroppo.

1 pensiero su “S.O.S. ORCHIDEE

  1. In vergognoso ritardo rispetto alla deta del post, ma non posso esimermi dal ringraziarla per l\’aneddoto sulla Maxillaria…
    Adoro questo tipo di storie, mi commuovono all\’inverosimile e non mi stancherei mai di leggerle…
    Spero, quindi, che possa accadere ancora!

Ciao! Che ne pensi?

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.