Dendrophylax lindenii, orchidea fantasma

Dendrophylax lindenii un’orchidea portata alla ribalta dal film “Il ladro di orchidee”
Dendrophylax lindenii (Lindley)Garay 1969
L’origine del nome “lindenii” si riferisce a Linden, cercatore di orchidee Belga del 1800.
Conosciuta comunemente come “orchidea rana” oppure “orchidea fantasma”.
Sinonimi: Aeranthes lindenii (Lindl.) Rchb. F. 1864 – Aeranthus lindenii (Lindley) Rchb.f. ?- Angraecum lindenii Lindley 1846; Dendrophylax lindenii (Lindl.) Bth. Ex Rolfe 1888 – Polyrrhiza lindenii (Lindley) Cogn. 1910
Questa strana ed altrettanto rara orchidea è originaria della Florida, Bahamas e Cuba; vive arrampicata sugli alberi delle foreste umide e calde.
La Dendrophylax lindenii è un’orchidea epifita di piccole dimensioni senza foglie e pertanto le sue radici sono dotate di cloroplasti per generare la clorofilla indispensabile alla sua sopravvivenza; questa caratteristica rende la pianta molto rara, vulnerabile e difficilmente adattabile in ambienti non ideali.
Questa orchidea presenta i suoi fiori bianchi e fragranti all’apice di uno stelo esile e ricurvo all’inizio della stagione estiva e sta vivendo un’inaspettata pubblicità a seguito dalla sua presenza nel Film “ Il ladro di orchidee” tratto dall’omonimo libro di Susan Orlean.
Come spesso capita quando si costruiscono storie e film legati al filo conduttore delle nostre maliarde tropicali, non si producono grandi pellicole e soprattutto non si reca un buon servizio alle orchidee.
Dendrophylax lindenii è comunemente chiamata “orchidea fantasma” per la sua morfologia, senza foglie, con le radici abbarbicate ai tronchi degli alberi ospitanti ed i suoi fiori bianchi, che sembrano sospesi. Inoltre, il suo fiore bianco, richiama l’altro nome comune della specie “orchidea rana”; il petalo prolungato del labello assomiglia ai piedini posteriori di una rana nella fase di salto.
L’ orchidea fantasma fiorisce durante l’estate, producendo singoli fiori in successione che vengono impollinati dall’insetto “ sfinge gigante”.
Questa orchidea è rara innanzi tutto per la gran difficoltà di riproduzione del suo habitat d’origine ed in secondo luogo per la sua tendenza all’estinzione naturale causata dalla carenza di insetti impollinatori.
La Dendrophylax lindenii è super protetta dalle convenzioni Internazionali ed è pertanto vietata la sua raccolta.
L’orchidea fantasma, che vive nel continente Americano, presenta molte affinità con le orchidee di origine Africana e queste caratteristiche di somiglianza con le “ Angraecoidi Africane” trovano la seguente spiegazione geologica. Il continuo movimento delle placche terrestri che ha modellato i continenti come ora li vediamo, circa 200 milioni d’anni fa, ha spaccato il supercontinente Pangaea, mandando alla deriva pezzi di un unico ambiente biologico verso le attuali posizioni e l’America Centrale (Florida) presenta affinità in questo senso.

16 pensieri riguardo “Dendrophylax lindenii, orchidea fantasma”

  1. Beh, Guido,
    fino ad ora ne ho lette di cretinate ma che da un Orchidea si possano estrarre sostanze stupefacenti e´il colmo.
    Io coltivo in casa Orchidee da 35 anni e le cosidette fantasma che poi ne esistono diversi generi non ho provato a coltivarle conoscendo il clima e la diffusione di luce e l’ umidita´che esistono in Florida, prossimamente me ne cimentero´visto che ho avuto la fortuna di poter usufruire di una veranda riscaldata. Per la coltura in casa io sconsiglierei di coltivare queste piante.
    saluti
    Gianni

  2. per favore aiuto!!! vorrei sapere come e dove posso trovare l’orchidea fantasma… per favore rispondimi, è molto importante!!!

Rispondi a Gianni Annulla risposta