Vita da Orchidee

Pensieri per un fine estate freddo

Stranissima e per certi aspetti anche piacevole, la settimana appena andata.
Le varie stufe della serra necessitano di manutenzione, vai a pensare che le ‘calde notti ferragostane” scendano sotto i 15 gradi di temperatura!! Se l’impianto di riscaldamento fosse fruibile, qualche notte partirebbe sicuramente.
La mia città, Treviso, non è propriamente un’enclave del polo nord, ma in questi giorni di “perturbazione Atlantica” la sensazione generale è d’essere in autunno inoltrato.

Queste giornate uggiose, umide e buie con il cielo solcato da nuvoloni minacciosi che poi buttano giù solamente qualche lacrima fredda, hanno concesso una pausa di riflessione alle mie orchidee, belle e pimpanti, pronte per cacciar fuori le nuove radici.
Dico la verità, non sono sicuro che queste frescure siano nocive, una sferzata climatica consente loro di riposare per poi riprendere ad immagazzinare sostanze nutritive con più energia.

L’altro ieri però, un po’ di casino l’ho combinato. Le piante, tutte quelle in vaso, sono appena rinvasate con bark puro e quindi la riserva complessiva d’umidità delle bagnature, svanisce più rapidamente di prima e quasi di punto in bianco ti accorgi che la corteccia dei vasi diventa croccante come le castagne secche!!

Era pomeriggio inoltrato l’altro ieri, quando dopo ore di pioggia, all’improvviso il cielo si squarciò e spuntò il sole. In pochi minuti l’effetto serra portò rapidamente la temperatura a regime, tanto da far intervenire il “cooling” e pertanto decisi di intervenire con una generale bagnatura. Neanche il tempo di finire ( mediamente impiego quasi un’oretta) che all’orizzonte verso il lago di Garda, arriva l’ennesima flotta di nuvole, buio, pioggia e freddo….naturalmente con le piante grondanti d’acqua!!! Son rimaste bagnate e per tutta la notte! Fortunatamente quella notte, il termometro ambiente non è mai sceso sotto i 17 gradi… vita da orchidee.

Per fortuna che in questo fine settimana, mi son venti a trovare tanti amici “orchidofili”
Venerdì ha fatto visita Riccardo di Roncadello, con la sua valigetta delle semine ed ora ci sono piccole orchidee per il club. Più tardi ha fatto una cappatina Alberto con la moglie e si è parlato di soluzioni per mettere appunto la sua serra nuova fiammante. Verso sera ho avuto la gradita visita di una piccola comitiva capitanata da Giorgio, giovane e interessatissimo appassionato.

Sabato matina, inaspettata, mi trovo al cancello di casa, la simpaticissima “Sonietta” da Milano anche lei dentro fino al collo nel fanatstico mondo delle orchidee. Questa mattina ho avuto la piacevole sorpresa di fare la conoscenza con Luigi di Udine, che avendo vissuto parecchi anni della sua gioventù in Brasile ha avuto l’opportunità di conoscere ed apprezzare la tante specie botaniche di quella terra. Il nostro Luigi, senza maestri, professori e quant’altro si cura la sua brava collezione di orchidee….ma ora caro Luigi sei nel gruppo ed insieme speriamo di camminare più spediti.

Questi gli aspetti piacevoli della settimana andata.

Questa voce è stata pubblicata in Orchids. Contrassegna il permalink.

9 risposte a Vita da Orchidee

Ciao! Che ne pensi?

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.