Orchidee spontanee: domande e sensazioni.

Nota di redazione: sul prossimo post potrete ammirare le splendide fioriture delle Cattleye di Daniel “alias Dragon”

Pubblichiamo questa e-mail di Chiara, così come è giunta in redazione perchè è…un bellissimo affresco spontaneo.

…è un pezzo che non mi faccio sentire a causa del lavoro, comunque continuo a leggere e seguire anche se meno assiduamente i vostri racconti sempre interessanti, e soprattutto la caccia alle orchidee spontanee.


Circa un mese fa mamma e papà sono andati a trovare mio zio parrocco della parrocchia di Lentiai in provincia di Belluno per ammirare la straordinaria fioritura dei narcisi selvatici che ogni anno in primavera imbianca le montagne come una tardiva nevicata, tra le altre piante spontanee in fiore, inconsapevolmente sono state fotografate anche delle orchidee spontanee, anche se l’inesperienza del mio papà nell’utilizzo della digitale si nota molto, purtroppo un primo piano di una orchidee e divenuto sfuocato.


Invio le foto, non so di che tipo di orchidee si tratti, vedete un po’ voi se riuscite a riconoscerle.
A Presto e buona giornata.

…il quesito è rivolto agli “spontanei del blog”

5 pensieri su “Orchidee spontanee: domande e sensazioni.

  1. Credo che siamo tutti curiosi di vedere le foto che hai fatto a S. Domingo sia in natura che in coltivazione!
    Aspettiamo con ansia.
    Ciao, Antonio.

  2. Bellissimi anche i narcisi selvatici. Io sono appena rientrata da un panorama decisamente diverso … se volete appena collego la digitale al pc vi spedisco le foto delle orchidee – in natura e “in coltivazione” – dell’orto botanico di Santo Domingo.

  3. Dovrebbero essere Dactylorhiza sambucina nei due diversi cromatismi.
    Se hai modo di vedere il post “orchidee alpine ” che ho scritto il mese scorso avrai modo di fare un confronto ed avere un’eventuale riscontro.
    Ciao

Ciao! Che ne pensi?

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.