Paphiopedilum a terra

Una soluzione di ripiego, che da le sue soddisfazioni.

Con l’aumentare delle specie in collezione, le piante di Paphiopedilum”out sider”devono lasciare spazio alle nuove specie più blasonate, e gli ibridi sono spesso regalati agli amici neofiti o relegati in angoli secondari.
Capita però, che ci si affeziona anche alle piante gregarie e non sempre è facile staccarci da loro.

Per risolvere il problema delle piante in trasferta, qualche anno fa ho escogitato la soluzione che vedete in foto.
Per terra, lungo i bordi della serra ho sistemato una riga di blocchi di cemento forato (quelli usati nelle costruzioni edilizie) e ho sistemato le piante di Paphiopedilum ibride, all’interno di ogni foro.
Loro vivono tranquillamente senza tante esigenze, si accontentano di poca luce, poco cibo e sopportano anche le mie soventi dimenticanze nelle bagnature.
Ecco una bella colonia fiorita di Paphiopedilum ‘King Arthur’ (Paph. Bingleyense x Paph. Monsieur De Curte) in bella mostra.
Paphiopedilum King Arthur, è frutto di un incrocio fra Paphiopedilum Bingleyense x Paphiopedilum Monsieur de Curte, ibridato e registrato nel 1915 dal Reverendo J. CROMBLEHOLME di Saint Mary’s, Lancashire, Inghilterra.

4 pensieri su “Paphiopedilum a terra

Ciao! Che ne pensi?

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.