Nevegal 2007 : resoconto semiserio di una gita in montagna tra orchidofili, ma soprattutto tra amici

La meritata pausa per il pranzo
Infatti non veniamo delusi.
Dopo una serie di assaggi di salumi e formaggi di produzione propria e di un delizioso tortino alle erbe di prato e ricotta arriva il piatto forte : anzi due!! L’agnello da latte al forno e il castrato (giovane agnello che ha gia cominciato a pascolare) in umido, il tutto accompagnato da polenta, pane casareccio e buon vino.
Ragazzi che mangiata, non possiamo esimerci di assaggiare anche il dolce, un tris di crostate sempre fatte in casa e poi ci avviamo al caffè e al temuto grappino.

Si, perche in questi posti non te ne danno uno ma te ne propongono una “compilation”.
In ordine alfabetico: bianca, alle erbe di montagna, al mirtillo, al pino mugo, alla rosa canina, ecc. ecc.
Dopo aver assaggiato, come direbbe l’esimio metereologo Col. Giuliacci ” QUA e LA”, soddisfatti ci congediamo ringraziando i nostri bravissimi malgari e ci avviamo al giardino, dove una volta entrati soddisfiamo come si dice “anche l’occhio” grazie alle numerose e in alcuni casi rare fioriture presenti.

Un pensiero riguardo “Nevegal 2007 : resoconto semiserio di una gita in montagna tra orchidofili, ma soprattutto tra amici”

  1. …a richiesta, la redazione pubblica anche le foto “censurate” per timidezza
    😆

    bellissimo resoconto e conferma dell’amenità generale…direi: bravo Giovanni!!

    ciao a tutti
    Guido

Ciao! Che ne pensi?