I rifiorenti

paphiopedilum primulinumPaphiopedilum primulinum, (scritto da Alberto)
Descritto nel gennaio 1973 da Wood e Taylor.
La specie è originaria dell’isola di Sumatra a nord nella zona del parco nazionale di Gunung Leuser.
In natura cresce nelle basse colline calcaree coperte da foreste umide.
La specie fa parte della sezione Cochlopetalum, caratteristica per la fioritura sequenziale che può durare tutto l’anno. Esiste una bella varietà “purpurascens”. Da questa specie è stato tratto un diffusissimo ibrido denominato “Pinocchio” derivato appunto da un incrocio tra primulinum x glaucophyllum. Come tutti i Cochlopetalum essendo endemici del borneo, zona dal clima caldo umido per quasi tutto l’anno, sono molto adattabili a condizioni climatiche temperate, prosperano molto bene nella parte più umida della serra senza presentare gli inconvenienti di alcuni paphiopedilum originari della Cina o Vietnam che abbisognano di un periodo più asciutto e fresco durante la stagione invernale.
Questa pianta proviene da una divisione dell’amico Graziano Grando noto collezionista di Paphiopedilum, tra i fondatori di Orchids Club Italia, da annoverare tra i più grandi collezionisti internazionali di Paphiopedilum.

– foto 5-8-08 Alberto Ghedin

7 pensieri riguardo “I rifiorenti”

  1. Grazie mille!Beh…sulla questione della dimensione dei boccioli trattati con l’etilene non so.
    Al momento la mia”cavia” è un paphiopedilum preso sfiorito di cui non so manco il colore…quindi non so cosa dirti.
    Bisogna solamente aspettare ancora un pò.
    Comunque credo che accelera la divisione cellulare e quindi anche l’appassimento…ma non so nulla su cosa accade…faccio solamente il quarto superiore e con la prof che ho io cè da pedalare!

Ciao! Che ne pensi?