Cara ATAO ti scrivo…

Cara ATAO, leggendo questo lancio che pubblicizza su internet un evento a Thiene, mi ritorni in mente: leggiamolo insieme:

….”Mostra Mercato – Collezioni di orchidee e altre piante
Ritornano le due giornate dedicate al verde nel cuore storico della città di Thiene
Apertura straordinaria del parco storico del Castello Porto-Colleoni-Thiene per la mostra-mercato internazionale di orchidee e di tutte le piante da giardino con i principali coltivatori italiani, nuovi ospiti stranieri e le più belle raccolte private in esposizione… omissis…e domenica mattina ore 10.00 conferenza per orchidofili “Viaggio in Brasile a caccia di orchidee.
Organizzazione: Paola Thiella, curatrice della mostra in collaborazione con Pro Thiene, Comune di Thiene e Castello di Thiene…

Ma, cara ATAO… e tu??? Che fine hai fatto? Sarai li a fare il convitato di pietra? Sulle locandine della pubblicità, nemmeno una riga in tuo onore?
Ti ricordi che questo evento nasceva qualche anno fa a Schio – pochi chilometri a ovest di Thiene – su proposta dei tuoi soci del posto. In quella occasione sei stata veramente protagonista!
Sono triste, cara ATAO, sono triste perchè vedo cadere il vero scopo per il quale sei nata: dare corpo e vita all’associazionismo orchidofilo nel Triveneto.
Sai cosa scriveva su questo blog – commento firmato con nikname Ronin – il tuo attuale Presidente, solo qualche anno fa? Ecco, leggi:
…”francamente di gruppi, club, associazioni comincio ad essere stanco, pur riconoscendo loro un ruolo (importante o meno lascio a voi deciderlo) nello sviluppo dell’orchidofilia italiana e della passione in me (infatti faccio ancora parte di un’associazione, comunque forse più per abitudine che per reale convinzione)”….
I frutti si vedono tutti!
Ciao, cara ATAO, e buona fortuna

5 pensieri su “Cara ATAO ti scrivo…

  1. Pingback: Gli Angeli di Schio… storia di amore per le orchidee e per la loro Città | Orchids.it

  2. Polemiche…per cose da niente, e certe volte ci sarebbe da discutere veramente, argomenti importanti…niente.
    All’ATAO, quelli che decidono, posso dire che bisogna anche saper ascoltare…il parlare poi, è alla base di ogni rapporto interpersonale e di reciproca crescita. “I grandi numeri non sono tutto…”
    (parere personale da ex socio…senza fare polemica)
    Massimo

    • E’ autolesionismo parlare di certi argomenti, e chi mi conosce lo sa bene.
      Da parte mia posso solo dire che ho lasciato perdere la mia partecipazione a vari forum (e di sicuro nessuno ne ha sentito la mancanza, io in primis) per la presenza di certi soggetti (R***n) che nonostante possano vantare una discreta esperienza sia sul campo (in situ) che in coltivazione (almeno così fa intendere tale persona, io non ho mai avuto modo di verificare), preferiscono “coltivare” la simpatia altrui con battibecchi del tipo linkato da Stefano, che dare una sana mano all’orchidofilia.
      C’è bisogno di ben altro nel nostro Paese se vogliamo che l’orchidofilia italiana possa avere un seguito!!

    • noi siamo due amiche ANCORA socie ATAO e in merito a questo discorso che hai la nostra comprensione caro Massimo. Anche durante l’ultima riunione abbiamo avuto la sensazione che si stia perdendo di vista il motivo che accomuna noi appassionati di orchidee…E LO DICIAMO IN STEREOFONIA (senza voler fare polemiche)

Ciao! Che ne pensi?

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.