Dendrobium sulcatum

Quei solchi nelle gole di deliziosi fiori gialli, attaccati su grappoli pendenti e profumati – un gradevole sapore di miele – che escono all’apice di strani fusti schiacciati, rendono questa pianta particolarmente attrattiva.

Dendrobium sulcatum Lindl. 1838
SINONIMI: Callista sulcata (Lindl.) Kuntze 1891
SEZIONE: Densiflora
Paesi di endemicità: Cina, Himalaya, Laos, Myanamar, Tailandia
Nomi popolari: in Thailandia (Ueang champa nan), in Cina (Ju Cao Shi Hu)
Specie epifita di dimensioni medio/ piccole proveniente dal nord-est dell’India, Myamar, Tailandia, Laos e Vietnam dove vive ad altitudini che oscillano tra i 500 e 1000 metri sul livello del mare.

Descrizione
Dendrobium sulcatum appartiene a quel piccolo gruppo di specie caratterizzate dalla forma schiacciata dei fusti o pseudobulbi che dir si voglia. Questi variano in lunghezza da 20 a oltre 50 centimetri e raggiungono anche i 2 centimetri nel punto più largo della crescita.
La lunghezza dei fusti varia in funzione delle condizioni di coltivazione. In sito questa specie tende a rimanere di piccole dimensioni, condizione dettata dal clima monsonico che, nella stagione secca può portare all’eccesso – caduta delle foglie – la condizione di stress della pianta.
In coltivazione è consigliabile garantire un minimo di bagnature anche nel periodo di riposo invernale.
All’apice di ogni fusto crescono 2-3 foglie ovate lunghe 10-20 centimetri e larghe 2,5.
Le infiorescenze si formano in primavera e spuntano dall’apice deI fusto giovane, formando deliziosi grappoli di fiori gialli – 2,5-3,5 cm di diametro – gradevolmente profumati.
Dendrobium sulcatum vive bene con temperature intermedio/calde con buona luminosità leggermente filtrata.
Come si è già scritto sopra, la pianta necessita di periodo di riposo invernale durante il quale vanno ridotte o drasticamente le bagnature fino all’inizio della primavera quando ricompariranno le nuove crescite.
Cresce bene su zattera – dove l’umidità è controllabile più facilmente, ma si sviluppa con altrettanta facilità anche in piccoli vasi con substrato di bark molto drenante.
Concimazioni, utili nel periodo di sviluppo: fertilizzante solubile equilibrato – 20.20.20 – 0,5 grammi per litro d’acqua – ogni due bagnature.

Note:
1 – Le foto – esclusa la stampa – raffigurano piante della mia collezione – se non per usi commerciali copiatele pure, ma ricordatevi di citare la fonte 😉
2 – la redazione si sta organizzando per la pubblicazione di “video post”, preparatevi alla prossima novità!

Ciao! Che ne pensi?

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.