Christensonella pumila ex Maxillaria plebeja

Foto e descrizione della specie: Christensonella pumila

Il nuovo genere Christensonella
AUTORI: Szlachetko, Mytnik, Gorniak & Smiszek
PUBBLICAZIONE: Polish Bot.J. 51(1): 57 (2006) (2007).
Sottofamiglia: Epidendroideae – Tribù: Cymbidieae – Sottotribù: Maxillariinae
ETIMOLOGIA: Nome del nuovo genere dedicato a Eric Alston Christenson (1956).
SPCIE TIPO: Christensonella nardoides
(Kraenzlin) Szlachetko, Mytnik, Gorniak & Smiszek – nom. illeg. (Maxillaria nardoides Kraenzlin)

max_plebeja_2max_plebeja_3 Nella sua prima classificazione questa specie assume il nome Maxillaria pumila Hook., Bot. Mag. 64: 3613 (1837). Il nome di specie cambia con la descrizione fatta da Rchb.f nel 1859, che non deve averla apprezzata molto, tanto poco da chiamarla per l’appunto “plebeja” ovvero dal latino plebei “insignificanti-poveri”.
Questa specie è interessante anche sotto l’aspetto scientifico-botanico, a tal proposito è interessante la lettura di questo studio apparso su Oxfordjournals.

christensonella_pumila_fiorchristensonella_pumila_pian Con le ultime revisioni tassonomiche, questa specie è inclusa in un nuovo genere e diventa:
Christensonella pumila (Hook.), Szlach., Mytnik, Górniak & Smiszek, Polish Bot. Journal 51(1): 58 (2006). 3613. 1837.
Basionimo:* Maxillaria pumila Hook., Bot. Mag. 64: 3613 (1837).
Sinonimi: Maxillaria funerea Lindl., London J. Bot. 1: 188 (1842).
Maxillaria plebeja Rchb.f., Hamburger Garten- Blumenzeitung 15: 57 (1859).
Maxillaria parva Rolfe, Bull. Misc. Inform. Kew 1895: 193 (1895).
Maxillaria minuta Cogn., Fl. Bras., Orchid. 3(6): 68. (1904).
Maxillaria spannagelii Hoehne, Arch. Inst. Biol. Defesa Agric. 3: 310 (1930).
Maxillaria minuta var. minor Hoehne, Arq. Bot. Estado São Paulo 2: 136 (1952).
Christensonella minuta (Cogn.) Szlach., Mytnik, Górniak & Smiszek, Polish Bot. Journal 51(1): 58 (2006).

Christensonella pumila fa parte di un gruppo di circa 20 specie epifite, e/o litofite, cespitose, endemiche nelle foreste collinari (umide o secche a seconda della stagione), del Messico del sud, della Bolivia, Guianas, del Brasile e nel Nord Argentina (Misiones).
Questo gruppo di orchidee miniatura, precedentemente incluse nel genere Maxillaria, ora sono sistemate nel genere Christensonella, ma anche questa nuova collocazione presenta degli aspetti ancora da definire.
C. pumila è una deliziosa orchidea miniatura da clima caldo e ventilato. Gli pseudobulbi, elongati ed ovoidi sono avvolti alla loro base da vari foderi imbricati, color marrone e portano una singola foglia verde apicale, eretta, un po’ carnosa.
Dalla base inguainata spunta lo stelo fiorale (1.5 cm.) con un’ infiorescenza solitaria ed eretta. Il piccolo fiore, singolo, ha la colonna snella e un po’ curva. E’ di colore marrone o marrone-rosso con segmenti diffusi. Il labello trilobato e curvo, nella sua metà apicale è interamente scuro.
Recentemente (5 Agosto 2008) è stato pubblicato un articolo interessante su Annals of botany nel quale è possibile seguire i risultati di uno studio sul genere Christensonella.
Gli obiettivi principali dello studio sono stati quelli di analizzare compiutamente le specie del genere per proporre una classificazione più stabile. Per realizzare questi obiettivi filogenetici sono stati studiati i dati di sequenza del DNA e la diversità citologica all’interno del genere Christensonella.
Sono emersi dei dati assai utili alla scienza della tasonomia, ad esempio, dai risultati dello studio si evince che la specie C. pumila ha in se le caratteristiche di specie unica ed invece, in altre specie del nuovo genere, rimangono ancora dei quesiti non risolti… l’incertezza nel grande “mare” rappresentato dalle “Maxillaria”, purtroppo continua.

Ciao! Che ne pensi?

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.