Paphiopedilum x Crossianum… il piacere di saperne di più

Note: Cypripedium, genere successivamente rinominato Paphiopedilum
L’esemplare in foto è stato fotografato nelle serre della collezione rio Parnasso:coltivatore Guido De Vidi.

Paphiopedilum x Crossianum
Incrocio primario creato nell’epoca pionieristica delle ibridazioni.

Siamo nella seconda metà del 1800, in piena epoca Vittoriana e nel primo volume dell’anno 1893, la rivista “THE ORCHID REVIEW” a pagina 37 ci racconta:

… è il 1870 quando Reichenbach ha l’opportunità di descrivere il primo ibrido del genere Selenipedium (S. caricinum con il polline di S. caudatum) nominato Dominianum in onore del suo ibridatore: Mr. Dominy.
Reichenbach racconta di una pianta vigorosa, con caratteristiche di entrambi i suoi genitori, ma le assegna indebitamente il nome di Cypripedium x Dominianum, stabilendo così una notevole confusione.
Sempre nel 1870 fiorisce per la prima volta, Cypripedium x Vexillarium e le cronache del tempo descrivono questo ibrido come una delle sorprese che Mr. Dominy prepara per Messrs. Veitch.
I genitori di Cypripedium x Vexillarium sono C. barbatum con il polline dell’allora raro ed ammirato C. fairieanum, le cui doti risultano sorprendentemente dominanti in questo ibrido.

All’inizio del 1871, Mr. Burbridge pubblica in Gardeners Chronicle un elenco degli ibridi di orchidee realizzati fino a quel periodo.
Prima del 1871 tutti gli ibridi fioriti erano stati realizzati da Mr. Dominy, nelle serre di Messrs. James Veitch and Sons, prima a Exeter, e successivamente nella Royal Exotic Nursery, Chelsea. Questo stato di monopolio si è protratto per una ventina d’anni, poi altri ibridatori, attratti dal suo successo, si cimentarono e portano a fioritura le loro ibridazioni.
Mr. Dominy lasciò indubbiamente un segno nel mondo dell’ibridazione delle orchidee e non solo.
Nel 1858 l’Exeter Horticultural Society assegnò a Mr. Dominy una medaglia d’argento per i suoi esperimenti di ibridazione, e nel 1880, in occasione del suo ritiro dal servizio dai Signori Yeitch, il consiglio della Royal Horticultural consegnò una Flora d’oro di grandi dimensioni, medaglia per i suoi lavori di successo come creatore di orchidee ibride, e Nepenthes.

Il campo dell’opera ibridatoria di quel periodo spaziò in vari generi, noi ci limitiamo a seguire il filone dei Cypripedium
Il primo seguace di successo di Mr. Dominy è stato Mr. Cross, giardiniere di Lady Ashburton, of Melchet Court, Hampshire.
Mr. Cross si propone all’attenzione con due ibridi, il primo ottenuto dall’incrocio C. barbatum con il polline di C. Insigne. Questo ibrido, nominato da Reichenbach Cypripedium x Ashburtonias è fiorito per la prima volta nel 1871.
Successivamente nel 1873, Mr. Cross crea l’ibrido rappresentato nella foto di questo post e cioè : Cypripedium X Crossianum. I suoi genitori sono C. insigne e C. venustum, il primo è il genitore seme. Entrambi questi ibridi sono stati commercializzati da Messrs. James Veitch & Sons, of Chelsea.
Questa è la lunga strada temporale percorsa dall’esemplare descritto in questo post, ibrido difficile da trovere nelle collezioni.

2 pensieri su “Paphiopedilum x Crossianum… il piacere di saperne di più

  1. bentornato!!!! noi siamo tutti con te… e pure le tue meravigliose creature. grazie e non ci abbandonare perchè l’appuntamento con le tue sapienti lezioni è uno dei momenti piu belli della giornata per me e pure per tutti gli altri tuoi amici, ne sono sicura.
    che fioritura sontuosa e gentile!!!! ma anche la precedente foto è intrigante. un saluto affettuoso lucia.

Ciao! Che ne pensi?

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.