Stampe antiche: Cattleya amethystoglossa

Ai nostri giorni è fin troppo facile immortalare i fiori delle nostre orchidee con la tecnologia digitale.
Prima dell’avvento della fotografia, qualsiasi rappresentazione figurativa di piante e fiori descritti nei libri e nelle riviste orticole, era opera di pittori botanici: agli albori le preziose stampe venivano colorate una ad una dopo essere state impresse in bianco e nero nei libri.
E’ enorme la mole di riviste e di libri editi prima della “fotografia”. Purtroppo gran parte di quella produzione letterearia è andata perduta o smembrata nelle bancherelle dell’antiquriato.
Un gran lavoro di raccolta finalizzata al recupero di tanto materiale prezioso, lo sta portando avanti il Dr. Antonio Borsato, un caro amico, appassionato delle orchidee e della botanica in generale. Il Dr. Borsato, nel tempo ha messo insieme una grande collezione di stampe, di riviste e di libri antichi. Questo post vuole dare onore alla grande stagione della pittura potanica con la pubblicazione di una delle tante pitture botaniche antiche.
La stampa è tratta da – Revue orticole – Journal d’Horticulture Pratique – Rivista fondata nel 1829 dagli autori del Bon Jardinier – Librairie Agricole de la maison Rustique 26, rue Jacob – Paris. Attualmente è pubblicato come: RHM – Revue Horticole – Mensuel technique destinè aux pépinieristes horticulteurs, maraichers et services espaces verts.
RHM-Revue Horticole è nato nel 1974 dalla fusione di PHM (1959) e della Revue Horticole (1829)

La stampa è eseguita con la tecnica della cromolitografia e rappresenta i fiori di Cattleya amethystoglossa.

Cattleya amethystoglossa 1869
Attualmente: Cattleya amethystoglossa Linden & Rchb. f. ex Warner 1862

Note storiche e curiosità
Il piacere di ammirare una raffigurazione botanica ti invoglia ad effettuare ulteriori ricerche storiche che immancabilmente ti portano a scoprire altre curiosità e sorprese.
La stampa seguente raffigura Cattleya amethystoglossa ed è riportata nella Tavola 47 della rivista Reichenbachia, primo volume, seconda serie del 1892. A pagina 101 della stessa rivista segue la descrizione con alcune note di R. A. Rolfe.
Cattleya amethystoglossa: Brasile (Baia). Le note di R. A. Rolfe possono essere così sintetizzate:
La specie appare per la prima volta in Europa nella collezione del Signor Reichenheim (Berlino) ed è descritta nel 1856 in BONPLANDIA da Reichenbach come Cattleya guttata var. prinzii, nome dato in onore del Signor Print, che aveva inviato la pianta dal Brasile. Un’unica pianta di questa specie giunge successivamente in Inghilterra ed approda nella collezione del Signor F. Coventry, di Shirley, per passare poi nel 1860 alla collezione del Signor Warner, che la descrive in Warner’s SELECT ORCHIDACEOUS PLANTS come Cattleya amethystoglossa.
Divertitevi a leggere altre notizie andando a sfogliare Reichenbachia

2 pensieri su “Stampe antiche: Cattleya amethystoglossa

  1. che dire come sempre riesci a stupirmi. su tuo suggerimento ho dato un’occhiata al sito ” reichenbachia”, che goduria! le stampe sono meravigliose e sfido qualunque tecnologicissimo fotografo a riprodurre la poesia di un fiore che rivive attraverso il cuore di un appassionato.Con più calma mi leggerò pure le notizie sulle varie specie. dai guido facce sogna’ come si dice da queste parti… spero proprio di poterti conoscere un giorno e starti a sentire in religioso silenzio mentre passeggi nella tua serra. a presto Lucia.

Rispondi a C.I. Annulla risposta

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.