Octomeria crassifolia ‘fiori gialli’

Octomeria crassifolia Lindl. John Lindley, Companion Bot. Mag. 2: 354. (1837).

La specie è epifita e vive nelle foreste umide ad altitudini da 100 a 2500 metri in Nicaragua, Trinidad e Tobago, Guyana francese, Guyana, Suriname, Venezuela, Colombia, Ecuador, Perù, Bolivia e Brasile.

Specie descritta da Lindley nel 1837, presente soprattutto su gran parte del territorio brasiliano, da Bahia al Rio Grande do Sul, raggiungendo anche Goiás e Mato Grosso do Sul. Trovata anche in Paraguay e nella regione di Misiones. Octomeria crassifolia vegeta a portamento eretto e può superare i 30 cm di altezza. Sviluppo compatto, il rizoma non supera i 2-3 mm, facendo apparire gli pseudobulbi, strutturati a forma di fusto, molto vicini tra loro.

Le piante adulte formano cespi grandi e compatti con molte foglie. Lo stelo può raggiungere i 20 cm di lunghezza e la foglia può superare i 12 cm, con un massimo di 3 cm di larghezza. La foglia, di colore verde scuro, colore che si schiarisce se esposta alla luce diretta del sole, ha consistenza coriacea ed è ben solcata, con apice appuntito.

Le infiorescenze possono avere fino a 15 fiori gialli di 1 cm di diametro e sono molto profumati. I fiori si aprono contemporaneamente e restano aperti per dieci giorni. Il labello, trilobato, presenta generalmente due macule bruno-rossastre in prossimità della base. Questa specie fiorisce in autunno e all’inizio dell’inverno, ma si manifestano seconde fioriture anche in altri periodi dell’anno. L’origine etimologica del nome di specie fa riferimento allo spessore e alla durezza tipici delle foglie. Con gli studi di Wellington Forster sul genere Octomeria, una serie di specie precedentemente ritenute valide sono diventate sinonimi di O. crassifolia, in quanto le differenze verificate si sono rivelate non sufficienti a separarle. Così, O.alpina, O.densiflora, O.ementosa, O.fasciculata, O.gehrtii, O.robusta, O.serrana. O.similis e O.sphatulata sono ormai tutti sinonimi di O.crassifolia.

Octomeria spatulata Rchb.f., Hamburger Garten- Blumenzeitung 16: 424. (1860).
Octomeria fasciculata Barb.Rodr., Gen. Spec. Orchid. 1: 32. (1877).
Octomeria alpina Barb.Rodr., Gen. Spec. Orchid. 2: 102. (1881).
Octomeria densiflora var. triarticulata Barb.Rodr., Gen. Spec. Orchid. 2: 98. (1881).
Octomeria densiflora Barb.Rodr., Gen. Spec. Orchid. 2: 97. (1881).
Octomeria ementosa Barb.Rodr., Gen. Spec. Orchid. 2: 102. (1881).
Octomeria crassifolia var. triarticulata (Barb.Rodr.) Cogn., Fl. Bras. (Martius) 3(4): 615. (1896).
Octomeria similis Schltr., Anexos Mem. Inst. Butantan, Secç. Bot. 1(4): 50. (1922).
Octomeria gracilicaulis Schltr., Repert. Spec. Nov. Regni Veg. Beih. 35: 63. (1925).
Octomeria gehrtii Hoehne & Schltr., Arch. Bot. Sao Paulo 1: 232. (1926).
Octomeria serrana Hoehne, Bol. Inst. Brasil. Sci. 3: 45. (1928).
Octomeria crassifolia var. negrensis Porto & Brade, Arq. Inst. Biol. Veg. 3: 135. (1937).

Ciao! Che ne pensi?

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.