ORCHIDEE A SACILE

FESTA PRIMAVERILE DI SACILE, EDIZIONE 2004: successo di pubblico all’esposizione di orchidee rare

Pubblico agli stand dell’esposizione di Sacile

La loggia del Palazzo Municipale, imponente ed austero, ha indossato ieri 18 Aprile, il suo abito più bello: centinaia di affascinanti piante di orchidee esotiche, fra le più rare al mondo.
In un’efficace coreografia, allestita dalla Prosacile, con la collaborazione di “GUIDO”, maestro delle composizioni floreali e titolare della prestigiosa fioreria di campo Marzio in Sacile, si potevano ammirare splendidi esemplari di Paphiopedilum fowlie, hirsutissimun, glaucophillum, lawrenceanm var. album, insolite specie di EriaDendrobium fimbriatum var. oculatum, pennellate color arancio vivo delle Cattleya aurantiacha var. marigold, la delicata armonia di colori delle Vanda tricolor var. suavis, le delicatissime miniature di specie varie, i Bulbophillum picturatum, le Vanda rothschildiana, le sensuali Cattleya schilleriana, aclandiae e mossiae, ecc. ma soprattutto, regina indiscussa ed ammiratissima: Vanda coerulescens

Vanda coerulescens M.Oro EOC Ginevra 1997 – collezione Guido De Vidi – Diritti riservati

La Vanda coerulescens MO EOC 1997 nella foto a sinistra, con i suoi oltre mille fiori azzurri è da considerarsi senza ombra di dubbio il miglior esemplare esistente in Europa.

L’esposizione ha assunto un particolare significato, proprio perché propone soltanto piante provenienti da collezioni hobbistiche e non vendibili.

Il folto pubblico presente, è rimasto piacevolmente colpito dalla totale armonia espositiva, libera esteticamente dalle distrazioni degli spazi di vendita con la mercanzia attigua e magari ingombrante.
E’ auspicabile che manifestazioni di vero spessore propedeutico e culturale, come quella di Sacile, trovino anche altre occasioni espositive, questo dipenderà molto dalla sensibilità e voglia di fare degli appassionati di questi affascinanti fiori e soprattutto dalle attività delle associazioni amatoriali che si interessano di queste piante.