Anteprima “PORDENONEORCHIDEA 2010”

Sabato 6 Marzo apre i battenti “Ortogiardino” la prestigiosa fiera del verde organizzata da Pordenone Fiere, che da oltre 30 anni catalizza gli appassionati del verde del Friuli Venezia Giulia e delle Regioni limitrofe.
Pordenoneorchidea è uno spezzone…molto atteso di questo evento.
Anche quest’anno nello spazio dedicato alle orchideee e non solo, sarà allestita una mostra a cura di Orchids Club Italia, dove saranno esposte le piante fiorite provenienti dalle collezioni dei soci del Club.
Ampi spazi saranno dedicati alla vendita di specie botaniche e di orchidee cosidette “commerciali”.

pn10_1Il tema che accompagnerà la “kermesse” orchidofila edizione 2010 è mutuato da un’idea del Flover di Bussolengo e cioè: ORCHIDEE E MUSICA
La coreografia espositiva ripropone la magia della tastiera del pianoforte avvolta da orchidee multicolori per giungere infine ad un pianoforte vero con le sue note e le sue musiche inebriate da musicisti “live”.
Sabato alle ore 10 si esibiranno due giovani promesse friulane:
Pagnucco Giovanna, diplomata in pianoforte al conservatorio “J. Tomadini” di Udine sotto la guida del prof. Baffero Giovanni. Ha inoltre seguito master e corsi di perfezionamento con i prof. Carcano Andrea,Risaliti Riccardo, Lovato Giorgio, Rivera Daniel. Ha collaborato con varie formazioni cameristiche e si è esibita in varie città tra cui Pordenone, Udine, Sappada. Frequenta l’università di Udine di Lingue e Letterature Straniere.
Lucia Soramel, diplomata in pittura nel 2008 presso l’Accademia delle Belle Arti di Venezia, vive e lavora nel campo dell’arte contemporanea e come educatrice nel sociale in provincia di Udine.
Allieva delle musiciste M. Morelli ed E. Paroni studia da diversi anni clarinetto presso la Scuola di Musica di Codroipo (UD).
Fa parte del gruppo emergente friulano “Démodé” progetto musicale in cui collabora con i musicisti: Luca Laruina, Kerin Marzaro, Claudio Colaone, Francesco Zanon e Alberto Zennarolla.
Insieme alla pianista Giovanna Pagnucco eseguirà un repertorio musicale che presenta brani originali per clarinetto e pianoforte e spazia tra gli stili di alcuni autori del Novecento.

“Five bagatelles” di Gerard Finzi – (Prelude, Romance, Carol; Forlana e Fughetta).
“Sonata” For Clarinet and Piano di Francis Poulenc – (Allegro tristemente, Romanza e Allegro con fuoco).
“Danze rumene” di Béla Bartok – (Joc cu bata, Braul, Pel oc, Buciumeana, Poarga romanesca e Maruntel).

Le novità esclusive a PORDENONEORCHIDEA 2010
Esposizione di preziose stampe di orchidee datate 1600 – 1700 -1800, provenienti dalla collezione “Antonio Borsato”.
Sarà esposta anche la stampa che ha ispirato il logo dell’ATAO

Corso di pittura botanica curato dalla famosa artista : Silvana Rava

La pittura botanica, strumento indispensabile nei secoli scorsi per descrivere e classificare le scoperte di nuove specie vegetali è anche oggi una tecnica pittorica molto amata.
Il corso si svolgerà in un’apposita saletta ricavata nello stand espositivo ed avrà luogo Sabato 13 e Domenica 14 Marzo.
Sono disponibili pochissimi posti, per aderire al corso inviare una mail a info@orchids.it

Qualche nota su Silvana Rava:
…”Silvana Rava è nata a Lenno sul Lago di Como nel 1963.
Profondamente legata al luogo in cui è nata e in cui vive tuttora, grazie ai genitori cresce con un grande amore per la natura che la circonda, soprattutto quella spontanea più umile e meno vistosa che più le assomiglia.
Dopo aver conseguito la maturità tecnica ha lavorato per 18 anni come disegnatrice per tessuti.
Alla nascita del suo secondo figlio decide di abbandonare il lavoro per dedicarsi alla famiglia, ritagliandosi degli spazi per la sua grande passione: la pittura botanica.
Nel 2002, al museo di Storia Naturale di Bergamo, conosce Renata Bonzo e Pierino Delvo’ che con i loro preziosi consigli la incoraggiano a continuare.
Dopo la sua prima esposizione personale, presso la Biblioteca di Lenno, collabora con la Comunità Montana Alpi Lepontine, illustrando alcune piante di un percorso guidato presso la riserva del Lago di Piano di Porlezza.
Dipingendo poi alcune piante utilizzate in omeopatia, la sua sensibilità è catturata soprattutto dalle erbe medicinali. Raramente si lascia coinvolgere dalle piante “alla moda” di sicuro impatto visivo; nel suo andar per boschi è affascinata dalla semplicità, dai profumi e dalla bellezza poco appariscente delle piante spontanee del sottobosco.
Nel 2004 entra a far parte di FLORAVIVA, Ass. Pittori Botanici Italiani.
Con i pittori FLORAVIVA, partecipa a numerose esposizioni in sedi prestigiose quali il Museo Tridentino a Trento, il Museo Bagatti Valsecchi a Milano, il Museo Nazionale di Villa Guinigi a Lucca, il Complesso Monumentale di Santa Sofia a Salerno e al Museo Civico di Storia Naturale “G. Doria” a Genova.
Partecipa al “12th International Exhibition of Botanical Art and Illustration” presso l’Hunt Institute for Botanical Documentation della Mellon University di Pittsburgh (Usa) nel 2007; il suo Allium carinatum, si trova ora nella collezione dell’Hunt Institute.
Nel 2008 viene premiata dalla Royal Horticultural Society presso il “London flower show” con la medaglia d’oro, grazie ad una serie di dieci tavole sulle piante medicinali del Lago di Como; una di queste, il Cyclamen europaeum, è entrato a far parte della prestigiosa collezione della Lindley Library della RHS. Nel 2009 in occasione di Murabilia a Lucca, riceve il Panterino d’oro, al concorso Botalia flora dipinta con una serie di piante medicinali del sottobosco.
Dal 2003 insegna pittura botanica, presso la Società Ortofloricola Comense; le sue allieve hanno ottenuto importanti riconoscimenti a livello nazionale”.

A giugno uscirà un libro con un suo dipinto in copertina. Oltre all’originale, in occasione di Pordenoneorchidea, l’autrice mette a disposizione del pubblico una limitatissima tiratura di 10 copie (formato 60×80) litografate su elegante cartoncino, firmate e numerate: è possibile prenottarle inviando una mail.

Mostra delle orchidee al Flover di Bussolengo

flover_10_7La ventunesima edizione è ancora in pieno svolgimento, Orchids Club Italia ha partecipato all’evento nei giorni 13 – 14 febbraio con una bella esposizione delle orchidee dei soci del Club.
Collegata alla festa di S. Valentino, questa manifestazione è ormai l’emblema del mercato impreziosito da allestimenti schenografici. Questa edizione ha come tema “la musica”.
Sin dalle prime edizioni, la Flover ha sempre cercato di abbinare al mercato anche uno spazio espositivo gestito da associazioni orchidofile, questa loro attenzione verso il mondo amatoriale sin da tempi non sospetti è encomiabile.

Congratulations… Dr. Kostourou

konstantinaUn grande abbraccio a Konstantina, mia nuora, che oggi ha ottenuto il dottorato di fisica al “Max-Planck-Institut für Dynamik und Selbst-Organisation – Göttingen, Germany” – valutazione “magna cun laude”.

Congratulazioni Konstantina!
Per onorare questo giorno memorabile, dedico a te questo fiore di orchidea che vive da molti anni nella mia collezione, ancora senza nome: d’ora in poi chiameremo questa orchidea: “Euchile Konstantina” in tuo onore.

Ecco l’evento già immortalato su Face book

Note: Konstantina Kostourou, nazionalità Greca – diploma di scuola superiore Atene 1997 – laurea in fisica Università di Atene 2002 – ama l’Italia e per ottenere il dottorato di fisica desidera frequentare Università italiane – ci prova, Università di Roma Tor Vergata ’04, poi, come assistente ricercatrice, Università La Sapienza Roma, dicembre 2004 – gennaio 2006 – purtroppo in Italia non può continuare per mancanza di disponibilità economiche (l’università non garantisce il suo mantenimento agli studi) – con una buona dose di coraggio ricomincia tutto al “Max-Planck-Institut für Dynamik und Selbst-Organisation – Göttingen, Germany”.
La Germania è altra cosa, qui trova il suo equilibrio ed anche i soldi per proseguire gli studi: l’istituto gli garantisce casa e stipendio equo.
Konstantina, con il “dottorato di fisica in saccoccia” tornerà a vivere in Italia, il destino le ha donato l’amore di un italiano ed anche un po di sole, quel sole che non c’è in Germania, quel sole di cui lei, greca, ha tanto bisogno. Chissà se l’Italia saprà avvalersi del suo sapere.

Bis di Aerangis

Arangis bilobaI due gioiellini che nonostante la loro ancor piccola taglia hanno deciso di fiorire sono la Aerangis biloba(che vista in fiore da altri amici del club era di dimensione tripla) e la Aerangis luteoalba var. rhodosticta.
Mentre per la prima potete reperire alcune informazioni in un articolo precedente scritto da Guido, per la seconda di seguiito alcune info (fonte: Australian Orchid Council Inc.)
Leggi tutto “Bis di Aerangis

Paphiopedilum venustum…effetti controluce

paph_venustum Paphopedilum venustum
Cresce sulle pendici meridionali della catena dell’Himalaya. Si trova nel sottobosco della giungla fitta alla base delle scogliere, in boschetti di bambù, lungo le rive di fiumi fangosi o di humus nel biforcazioni degli alberi. Si tratta di una pianta con riccamente colorato, chiazzato fogliame e fiori vivaci. Paphiopedilum un facile e perdono di crescere e fiorire.
Questa orchidea ha tutto ciò che gli appassionati di orchidee cercano … infinite varietà dalle più disparate forme e colori dei suoi fiori.
Oltre alla generosità delle fioriture, quasta specie ha il fogliame è tra i più interessanti nel genere.
Qualche esemplare sarà esposto anche al Flover di Bussolengo, in occasione dell’esposizione curata da Orchids Club, in programma il 13 e 14 Febbraio.
Vi aspettiamo… magari con qualche vostra varietà in fiore.