La torta di Maya… echi della Domenica “Albertina”

Domenica 29 ci siam trovati veramente in tanti da Alberto… ma questo non fa notizia… si sa… noi di Orchids Club Italia siamo tanti e forti 😉
alberto_09_1_1La notizia del giorno è questa stupenda torta – vedi foto – offerta dalla nostra splendida Maya di san Donà di Piave, per onorare la plurimedagliata Trichoglottis philippinense var brachiata , esposta allo stand AIO in occasione del recente EOC di Dresda.
Insieme a tantissimi altri dolci portati dai soci, ce la siamo gustata noi – la torta – ma col pensiero l’abbiamo dedicata a Guido Diana presidente AIO (Associazione Italiana di Orchidologia), che ha creato e curato lo stand italiano di Dresda.
Scherzi a parte, abbiamo trascorso una bella giornata tra amici orchidofili.
Benvenuti fra noi due nuovi amici: Giuseppe di Porto Mantovano e Gianni della Valpolicella… si stanno costruendo la serra amatoriale e per loro è stata una bella occasione di poter “toccare con mano” una vera serra zeppa di orchidee ben coltivate.
alberto_09_2A proposito, desidero complimentarmi pubblicamente con Alberto: coltiva le sue orchidee stupendamente!!
Alcuni soci erano assenti giustificati, Vincenzo, Gabriella, Mara, Marco, Alfiero, Christian ecc. a loro abbiamo fatto un brindisi.
Domenica 29 Novembre 2009 può definirsi una giornata storica, anche perché ha sancito la libera adesione all’AIO di molti soci del Club. Per l’iscrizione AIO 2010, il Club contribuisce con 10 euro (soci 2009), i rimanenti 25 vanno versati a Alberto Ghedin… a questo punto nominato sul campo “ambasciatore AIO per Orchids Club Italia”, che provvederà ad inviare in un unico versamento le quote d’iscrizione alla segreteria AIO.
Nel corso del 2010, Orchids Club Italia sarà presente e/o organizzerà varie esposizioni: nel Trevigiano, nel Veronese, nel Vicentino, nel Veneziano, nel Pordenonese con novità interessanti, e molto probabilmente anche a Murabilia (Lucca).

Note: grazie per le foto a Vincenzo (quella immortalata dal pasticcere nella torta) e a Bruno.

A grande richiesta: il 29 ci troveremo da Luigina e Alberto

Per il Club è diventata ormai una piacevole tradizione Novembrina, quella di radunare appassionate ed appassionati orchidofili nella accogliente serra e “taverna” di Alberto Ghedin.
Luigina ed Alberto ci invitano anche quest’anno a trascorrere una piacevole giornata con le orchidee.
L’incontro è programmato per Domenica 29 Novembre
Programma:
ore 10 – raduno, saluti e benvenuto ai nuovi partecipanti
ore 11 – visita alla serra di Alberto… ora ampliata. Mercatino e scambio delle piante in esubero.
ore 12 – Consuntivo della vita del Club, opinioni e proposte per il futuro delle nostre attività.
Contemporaneamente… spazio ai peccati di gola, ovvero tavolata conviviale di buon auspicio.
A tal proposito, visto che socie e soci del club si son dimostrati dei gran “peccatori” è bene “confessarli” prima, questo per coordinare le quantità 😉

Appuntamento quindi a Villorba (TV) via Centa, 42b (stradina dietro il distributore Total) da Alberto, Domenica 29 Novembre alle ore 10.

Visualizzazione ingrandita della mappa
Attendiamo la vostra adesione, qui sul blog e/o con email a: info.chiocciola.orchidcoltura.it
NOTA
Chiunque ami le orchidee – anche se non ha ancora aderito al nostro Club – sarà gradito ospite.

Bulbophyllum medusae

Ho già presentato anni fa questa splendida specie del sud est asiatico. Riguardando le foto del mio archivio, mi è capitato di ammirare ancora una volta questa affascinante orchidea – quest’anno non è ancora in fiore nella mia collezione – ed ho quindi pensato bene di ripresentare, rivista e corretta, la sua storia. Lo faccio con qualche apprensione perché ho paura che quest’anno la mia pianta non ce la farà a fiorire: è reduce da un forte attacco di cocciniglia e non sta tanto bene di salute… vedremo più avanti.
bulbophyllum_-medusae_1I fiori di questa specie sono molto affascinanti, sembrano i fuochi d’artificio delle grandi feste.
Bulbophyllum medusae (Lindley) Reichb.f
Sinonimi: Cirrhopetalum medusae Lindley 1842; Phyllorchis medusae [Lindley] O. Ktze. 1891
L’origine del nome di specie trae spunto dalla figura mitologica greca “Medusa”, probabilmente in riferimento al groviglio dei sepali laterali dei suoi fiori, che possono raggiungere anche 12 cm di lunghezza.
Bulbophyllum medusae ̬ stato scoperto dal botanico Britannico Thomas Lobb (1817 Р1894), raccoglitore di orchidee e di altre piante esotiche, nella sua carriera ha scoperto ed inviato molte piante a James Veitch. Il suo nome rimane legato a diverse specie botaniche.
Leggi tuttoBulbophyllum medusae

Vita del Club

Non solo orchidee

salami Il nostro Club è molto attivo con le orchidee, ma in questo periodo di stanca… niente mostre, niente rinvasi, giornate buie che fanno vivacchiare le serre, i nostri soci si danno alle attività, per così dire “collaterali”.
Collaterali, ma con attenzione alla vita di Club. Il nostro amico Ezio ci mostra la sua ultima “fatica” e ci comunica che possiamo scegliere qualche testimone da esibire alle nostre prossime “riunioni culinarie”
Quale sceglieresti? Vota!
I primi due saranno nostri!!
Grazie Ezio 😉