Sl. Isabelle Stone ‘Rio Parnasso’

Sl. Isabelle Stone ‘rio Parnasso’

Sophrolaelia (Cattleya) Isabelle Stone, ibrido primario fra Laelia (Cattleya) sincorana e Sophronitis (Cattleya) coccinea. Orchidea di piccole dimensioni, una vera miniatura con i fiori di enorme dimensione rispetto alla pianta.
Ibrido primario molto ricercato e premiato:

Sl. Isabelle Stone = L. sincorana x Soph. coccinea Registrato da R. Stone nel (1987).

La tassonomia si diverte a renderci la vita difficile, evocando di volta in volta a supporto delle continue modifiche dei nomi, motivazioni legate al DNA.
Da un recente riordino, parte di specie del genere Sophronitis ed anche il genere Laelia sono sono stati inclusi nel genere Cattleya.
Comunque sia, divagazioni della nomenclatura a parte, questo delizioso ibrido primario e la sua cugina molto simile  Sl. Orpetii ‘Bella Vista’, tanto da essere spesso confuse fra loro, rimangono a distanza di anni dalla loro creazione, due favolose orchidee.

10 years ago

La cronaca di questi giorni porta alla ribalta la vicenda del rapimento di Luca Tacchetto in Burkina.
Seguendo i servizi televisivi sul caso, i nostri ricordi sono andati inevitabilmente alla bellissima mostra di orchidee di Vigonza, maggio 2019, organizzata dal Comune di Vigonza quando era Sindaco il papà di Luca, Nunzio Tacchetto con il quale era nata un’intensa collaborazione: a tal proposito, ecco lo stralcio di un articolo apparso allora su orchids.it:
…”Il corso di disegno
sindaco_vigonza_equipe_most Nella foto vediamo il Sindaco di Vigonza Ing. Nunzio Tacchetto (a destra nella foto) che ringraziamo e invitiamo ad estendere i ringraziamenti del nostro Club a tutto il Consiglio Comunale per la sensibilità e l’accoglienza riservataci.
A sinistra in primo piano la pittrice Silvana Rava premiata nel 2008 dalla RHS e sullo sfondo… pensierose 😉 , le due anime di questo evento: Alberto Grossi e Marino Orbolato… due persone squisitissime, senza di loro non saremmo qui a leggerci.”…

Speriamo vivamente che la vicenda si risolva nel migliore dei modi, intanto la nostra solidarietà ai genitori, con l’auspicio che i due ragazzi rapiti siano presto liberati.

Nota: L’articolo integrale della mostra di Vigonza

Ritorno al futuro

Cresce l’attesa per l’evento “PORDENONEORCHIDEA”. 19 edizioni già vissute e con la prossima saranno 20.
Il mondo dell’orchidofilia e dell’orchidologia guarda con interesse a questa manifestazione che vede le orchidee protagoniste nel contesto fieristico pordenonese del verde, ORTOGIARDINO, fiera fra le più famose a livello internazionale.
Pordenoneorchidea si caratterizza, sia per la sua originale vocazione storico/culturale, che per i suoi temi che di anno in anno rendono originale ogni edizione.
Il tema di questa ventesima edizione vi porterà lontano nello spazio e vi farà vivere atmosfere di altre culture nel loro rapporto con il magico mondo delle orchidee.
In più, come enuncia il titolo di questo post per certi aspetti volutamente ermetico, questa edizione di Pordenoneorchidea chiama a se il mondo dell’orchidofilia italiana per tornare al futuro come nel film Ritorno al futuro – 1985 diretto da Robert Zemeckis” ovvero, tutti insieme, partendo dal comune trascorso per poter comprendere e guidare il futuro dell’orchidologia italiana.
L’evento in numeri e programma uscirà la prossima settimana.

Lycaste Luciani

Lycaste, qualche nota sul genere

Lycaste Luciani G.Sparrow 1972 – (RHS)
Lycaste lasioglossa × Lycaste virginalis
Lycaste Luciani ibrido primario in fioritura nella mia collezione. Gradito omaggio di tanti anni fa dell’indimenticato amico e fine collezionista di orchidee, Enzo Cantagalli, primo Presidente dell’ATAO.
Il valore di un’orchidea non è dato solamente dalla rarità o dalla novità (elementi che prima o poi perdono valore), ma soprattutto dalla sua storia, che il tempo può solamente impreziosire.

Phragmipedium Sedenii o Calurum? Scopriamolo insieme

Collezione Guido De Vidi
Phragmipedium Sedenii

Ibrido primario fra: (Phrag. Schlimii X Phrag. Longifolium)

Qualche notizia
Phragmipedium Sedenii è stato registrato da Veitch nel 1873, ed è uno dei primi ibridi di Phragmipedium.
Successivamente sono stati registrati vari cloni, che hanno dato vita a molte vatrietà: dal bianco quasi puro, al rosa pallido, fino al porpra intenso.
Questo interessante ibrido va coltivato in vaso relativamente piccolo; per ottenere esemplari interessanti, i vasi vanno aumentati di diametro in stretto rapporto con lo sviluppo della pianta, senza molestare eccessivamente le radici, e rinpinguati con miscela indicata per orchidee semi terrestri. Le fertilizzazioni vanno ridotte al minimo e la pianta va tenuta sempre umida; ottima soluzione è quella di mettere a mollo il vaso in un sottovaso con 2 cm. di acqua e lasciar asciugare la pianta fra le bagnature.

Curiosità
Gigantesca orchidea sul canal grande a Venezia.

Nel contesto della 50a Biennale di Venezia e’ stata installata sulla terrazza di Palazzo Venier dei Leoni che da’ sul Canal Grande una nuova scultura dell’artista britannico Marc Quinn. Commissionata da Dornbracht per il progetto di arte contemporanea Statements 7, e realizzata in collaborazione con Meire und Meire Agency e con White Cube, Londra, Il travolgente mondo del desiderio (Phragmipedium Sedenii) e’ un orchidea di acciaio inossidabile dell’altezza di 12 metri. Un modellino dell’opera, dell’altezza di poco piu’ di 30 cm, aveva fatto parte nel 2002 dell’esposizione presso la Collezione Peggy Guggenheim thinking big: idee per la scultura britannica del XXI secolo oranizzzata in collaborazione con Sculture at Goodwood’. Un’altra versione dell’orchidea e’ attulamente esposta, appunto, a Sculpture at Goodwood in Inghilterra.

Notizia e foto tratta dal sito Guggenheim Venezia

Nel primo capitolo di questo post ho volutamente commesso un errore di per se impercettibile, ma il rigore della tassonomia rivendica sempre la precisione: ecco le osservazioni conseguenti.

Le foto a sinistra ripropongono la stessa pianta con la quale è stata introdotta la discussione , ora però con il nome corretto.

Phragmipedium Calurum var. roseum
Nel 1883 la Ditta Veitch & Sons produce questo nuovo incrocio reimpollinando Phragmipedium Sedenii (Phrag. longifolium x Phrag. schlimii) con il Phragmipedium longifolium.

Riepilogando: Phragmipedium Calurum (Veitch 1883) = Phrag. longifolium x Phrag. Sedenii;
Phragmipedium Sedenii (Veitch 1873) = Phrag. longifolium x Phrag. schlimii

La prossima foto un po’ più sotto mostra il vero “Phrag.sedenii”, le differenze sono veramente impercettibili, nel Phrag. Calurum i due sepali laterali sono più lunghi e più bassi; in pratica, un po’ più geni di Phrag. longifolium.
Ho fatto questa comparazione per evidenziare quanto sia difficile riconoscere le piante, se non si è a stretto contatto con la loro coltivazione, soprattutto quando devono essere sottoposte a giudizio.

Phragmipedium Sedenii(Veitch 1873)
Ibrido primario fra: (Phrag. schlimii x Phrag. longifolium)
Sinonimi:
Phragmipedium Porphyreum; Veitch 1878
Phragmipedium Sedenii (var.) Candidulum
Phragmipedium Sedenii (var.) Porphyreum
Phragmipedium Tenellum; P. & M. 1890
Phragmipedium Weidlichianum; Sanders 1890
Etimologia del nome: proposta da Reichenbach. f. in onore di John Seden, un bravo giardiniere della Ditta Veitch & figli.

Qualche notizia
Phragmipedium Sedenii è stato registrato da Veitch nel 1873, ed è uno dei primi ibridi di Phragmipedium.
Successivamente sono stati registrati vari cloni, che hanno dato vita a molte vatrietà: dal bianco quasi puro, al rosa pallido, fino al porpra intenso.
Come si è visto sopra, Phragmipedium Sedenii è stato usato come genitore di vari ibridi:
Phrag. Sedenii
x Phrag. besseae = Phrag. Elizabeth March
x Phrag. boissierianum = Phrag. Brysa
x Phrag. caricinum = Phrag. Raymond Faroult
x Phrag. caudatum = Phrag. Schroederae
x Phrag. caudatum var. wallisii = Phrag. Comicea
x Phrag. caudatum var. warscewiczianum = Phrag. Helmut Röhrl
x Phrag. hartwegii = Phrag. Pink Pearl
x Phrag. klotzscheanum = Phrag. Suave
x Phrag. lindleyanum = Phrag. Perseus
x Phrag. lindleyanum var. sargentianum = Phrag. Mont Fellard
x Phrag. longifolium = Phrag. Calurum
x Phrag. longifolium var. roezlii = Phrag. Ainsworthii
x Phrag. richteri = Phrag. Bernie Huizing
x Phrag. schlimii = Phrag. Cardinale
x Phrag. Beauport = Phrag. La Cotte
x Phrag. Calurum = Phrag. Lemoinierianum
x Phrag. Cardinale = Phrag. Rosy Gem
x Phrag. Conchiferum = Phrag. Coppinianum
x Phrag. Grande = Phrag. Pulchellum
x Phrag. Hanne Popow = Phrag. Randy MacDonald
x Phrag. La Moye = Phrag. Leslie Ee
x Phrag. Longueville = Phrag. Bellozanne
x Phrag. Praying Mantis = Phrag. Clover Field
x Phrag. Sorcerer’s Apprentice = Phrag. Lucille Faust