Paphiopedilum Helvetia

Chissà se riuscirete a trovarlo nei banchi di vendita o sul web, ma questo ibrido primario, uno dei primi incroci artificiali creati dall uomo, mantiene tutto il suo fascino. Cercatelo nelle vecchie collezioni di qualche vostro amico coltivatore.
Paphiopedilum Helvetia
Questo grex è frutto dell’incrocio fra (Paph. chamberlainianum x Paph. philippinense)
Ibrido creato da Froebel nel 1899.
Questo delizioso ibrido primario merita di essere coltivato con passione nelle nostre collezioni. Fiorisce in progressione in vari periodi dell’anno da primavera ad autunno, con generosità e senza tante pretese.
Coltivazione:
In vasi con miscela di bark, perlite e torba filamentosa. Luce soffusa, temperature medio fresche e substrato sempre umido. Fertilizzazioni discrete.

2 pensieri su “Paphiopedilum Helvetia

  1. è BELLISSIMO COME TUTTI GLI IBRIDI PRIMARI SECONDO ME CONSERVA LA MAGIA DELL’AUTENTICO RAPPORTO INTIMO CON LA TERRA MADRE. LUCIA. GRAZIE OGNI GIORNO UNA SORPRESA NEL TUO BELLISSIMO SITO,

Rispondi a Guido Annulla risposta

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.