Pollice verde: le foto

Grazie agli amici del Club, in visita a Pollice verde, stanno giungendo le foto: iniziamo con i reportage fotografici di Bruno da Padova e di Tite da Udine.

foto Bruno

L’intervista con il giornalista del quotidiano Il Piccolo, Matteo Femia.
Ecco il testo dell’articolo apparso il 26.03.07:

“Buon successo di pubblico per Pollice Verde a giudicare dalle migliaia di persone che ieri affollavano gli stand della manifestazione.

Numeri ufficiali ancora non sono stati forniti (“una stima complessiva degli ingressi – spiegavano ieri dall’organizzazione – la faremo nei prossimi giorni, anche se siamo molto soddisfatti, tutto procede nel migliore dei modi e nonostante il freddo intenso la gente non ha voluto mancare”) ma sicuramente il ricco programma della tre giorni e i numerosi argomenti floreali e agricoli messi in mostra all’Agenzia Fiere di via della Barca sono stati motivo di richiamo per tantissimi appassionati.
Tra le decine di stand che occupavano i due padiglioni della Fiera, uno dei più affollati è stato senza dubbio quello di Guido De Vidi, creatore di www.orchids.it, sito tra i più gettonati sul tema delle orchidee che registra circa 400 visite al giorno, e nato come club proprio tre anni fa a Gorizia, durante la prima edizione di Pollice Verde. La grande attrattiva dell’esposizione di De Vidi era esemplare presente in Italia della rara specie di Paphiopedilum rotschildianum: “Ci sono molto affezionato – racconta De Vidi – e non lo venderei per nessuna cifra, anche se sul mercato mondiale questa pianta è stimata non meno di 10mila dollari. Ma ci ho investito 25 anni della mia vita: non me ne staccherei mai”.
De Vidi, oltre che della sua paphio, è orgoglioso anche della sua associazione: “La caratteristica del nostro gruppo è il fatto che per farne parte non serve nessuna tessera. All’ultima riunione eravamo circa una cinquantina di soci, anche se in tutto siamo 150, con adesioni anche dalla Germania e dall’Argentina: tutti in costante collegamento internet ed e-mail, accomunati dalla stessa passione per le orchidee”.
Altre erano anche le attrattive di Pollice Verde: dai bonsai alle piante grasse, ce n’era davvero per tutti i gusti, e tra questi uno stand interamente dedicato alle camelie gestito da un’ azienda di floricoltura di Verbania: “E’ la prima volta che veniamo qui – sottolineano – e siamo rimasti colpiti dall’affluenza così numerosa e dall’interesse manifestato per le decine di specie di camelie che abbiamo esposto”.
Nel Padiglione D erano inoltre visitabili anche delle speciali tavole composte da bouquet e una concettura floreale create dalla scuola dei maestri fioristi di Isola Morosini, già premiati lo scorso anno al concorso internazionale Euroflora. Infine, grande attenzione è stata riservata anche alla tillandsie, una particolare pianta originaria del Sudamerica, che ha la caratteristica di depuratore naturale, su cui si sono concentrati anche gli studi della Nasa, l’agenzia spaziale americana: le tillandsie hanno infatti la capacità di assorbire alcune pericolose sostanze chimiche presenti nell’aria, risultando così utili a prevenire attività cancerogene.”

foto Bruno

L’esemplare di Vanda tricolor domina la scena.

foto Tite

Un’ikebana inusuale.

foto Tite

Slc Jewel Box ‘Dark Waters’ la sorella minore della vincitrice a Pordenone

foto Tite

Ali al vento

foto Tite

Cattleya intermedia forma ‘coerulea’ (a sinistra) e Cattleya intermedia forma ‘orlata’ fra le falene bianche.

foto Tite

…eccola la in fondo, la bellissima Lc giallo oro di Mojca…il nome ti prego.

continua..

8 pensieri riguardo “Pollice verde: le foto”

  1. wow..scusate, arrivo un pò tardi…io più che alle orchidee (peraltro bellissime complimenti) sarei interessata al nome del giornalista nella foto..potete aiutarmi?

    1. …samanta, arrivi tardi e sei anche distratta 😉
      Sotto la foto trovi scritto sia il nome del giornale che quello del giornalista.
      Ciao e grazie della tua visita.

Ciao! Che ne pensi?