Ascocentrum garayi, storia ed incertezze botaniche

Nella foto in evidenza: Acocentrum garayi collezione Rio Parnasso, foto 24.05.2016

Brevi note sulle incertezze tassonomiche del genere Ascocentrum, nella fattispecie dei colori giallo-arancione.

Ascocentrum miniatum (Lindley) Schlechter 1913 e/o Ascocentrum garayi E.A. Christenson 1992

IMG_0452Eravamo nel mese d’Aprile del 1998, quando in Villa Albrizzi-Franchetti a Preganziol di Treviso, fu esposta una mia pianta di Ascocentrum, cartellinato con il nome di spece “miniatum”.
In quell’occasione però, i giudici presenti decisero che l’esatta classificazione della pianta esposta era: Ascocentrum garayi.
Continua a leggere

Operazione a cuore aperto: Laelia russelliana, rinvaso in piena fioritura

Nella foto in evidenza: radici nude di Laelia russelliana pulita ed in attesa di risistemazione in vaso dopo l’asciugatura dell’apparato radicale.

Ma chi è quel pazzo collezionista di orchidee, che “sventra” una pianta durante il periodo della sua fioritura?
Hee, purtroppo lo devo confessare: sono proprio io!
Questo capita, quando sei nella fase del rinvaso generale della serra (ogni 2-3 anni), non è che puoi star lì a scegliere, questa sì e questa no, devi andar via di brutto, pianta dopo pianta ed attivare quel sincronismo operativo che prevede: ammasso piante, pulizia degli spazi lasciati liberi in serra, eliminazione del substrato vecchio e sommaria pulizia delle radici di ogni pianta sottoposta a rinvaso, eventuale trattamento anticocciniglia nel caso si noti la sua presenza nella pianta, doccia generale della pianta, tempo di asciugatura delle radici (anche una giornata), e poi risistemazione e rinvaso.
Continua a leggere

ORCHIDEE ROSSO VINO, 29 Maggio a Vistorta

EVENTO ORCHIDOFILO DA NON PERDERE.

Ma guarda un po’ quei quattro “mocciosi!” (metafora, leggi ragazzi) della FIO (FEDERAZIONE ITALIANA ORCHIDEE), dove ti vanno a organizzare un evento orchidofilo di primo piano: nel porticato nobile della Villa Brandolini d’Adda a Vistorta.
Lo slogan
ORCHIDEE ROSSO VINO, mai slogan può essere più azzeccato per fotografare una giornata dai contorni ricchi di nobiltà e di bellezza.
Se si cerca un significato da dare al nostro evento orchidofilo non si può non andare con la fantasia alla poesia, ODE ALLA PACE, di Pablo Neruda.
Continua a leggere

Voglia di vivere: storie di papere e di compleanni.

Con fatica, si decide di organizzare il viaggio a Wasserburg (D), dove vivono i nostri figli, per festeggiare insieme a loro il compleanno dei nostri nipotini gemelli, Lydia e Alessandro, il 13 di Maggio coronano il loro terzo anno di vita.
Non è possibile mancare, io e Rosetta, da bravi nonni ci organizziamo per il viaggio e per l’acquisto dei regali: sandaletti per questa estate al mare, per tutti e tre, sì c’è anche Leonardo e con i regali non bisogna mai dimenticare nessuno.

PARTENZA
Si parte tranquilli il venerdì mattina – porca vacca… col senno del poi, venerdì 13 la sfiga!
Continua a leggere

Bulbophillum nymphopolitanum

IMG_0409 Bulbophyllum nymphopolitanum Kraenzl. 1916 -Ann. Nat. Hofmus. Wien xxx. 60 (1916).
Origine etimologica del nome di specie: nominato da Kränzlin in onore della città di Nymphenburg (in latino Nymphopolis), sede del Giardino Botanico dell’Università di Monaco (Monaco di Baviera), Germania, dove ha trovato la pianta per la descrizione, originariamente raccolta sulle pendici del vulcano Mayon, nel sud Luzon.

ORIGINE / HABITAT: Filippine. Questa orchidea è stata trovata sull’isola di Panay nelle province di Antique e Capiz; su Luzon nelle province di Rizal, Sorsogon, e Zambales; su Leyte e Sibuyan, nelle foreste a circa 500 – 1000 m di altitudine.
Continua a leggere