Spontanee: parliamo del genere Listera

…a cura di Gabriella e Carlo Ivano

Questa volta vogliamo parlare del genere Listera, orchidee poco o per nulla appariscenti a causa delle dimensioni e del colore verde dei fiori e per questo considerate spesso quasi come le ” Cenerentole ” fra le spontanee. Di certo non si fanno notare da lontano per i loro colori, ma se le si osserva da vicino si scoprirà la grazia e la delicata eleganza di queste ” signore in verde”.
Delle oltre 20 specie di Listera presenti essenzialmente nelle regioni asiatiche, da temperate a fredde, in Italia ed Europa solo due sono presenti : Listera ovata e Listera cordata.
Foto: Jesolo loc. pineta del Cavallino
La Listera ovata o maggiore ( L. ) R. BR. in Aiton fil. Horthus. Kew., basionimo Ophrys ovata L. Sp. PL., è pianta alta fino a 70 cm, dal caule pubescente con inserite a 2/10 cm. dal suolo due grandi foglie contrapposte e ovate, le brattee sono molto corte, mentre l’infiorescenza che può portare fino a 80 fiori, piccoli dal colore verde-giallastro, è cilindrica.
I sepali e i tepali sono simili, mentre il labello pendulo lungo max. 15 mm. è bilobo e rivolto verso il basso, nei fiori già fecondati si rivolge all’interno.
L’ apparato radicale è formato da un corto rizoma cilindrico con numerose radici sinuose e filiformi.
Diffusa e comune dal piano fino alla montagna predilige prati umidi, torbiere, boschi freschi, pascoli e cespuglieti fino a 2200 mt., su terreni sia acidi che basici e fiorisce da aprile a luglio ( agosto).
Il suo areale è molto vasto, dalla Norvegia attraverso l’Europa continentale e del sud fino in Libano e Siria, ad est alla Siberia per poi scendere attraversando la Russia fino all’ Iran e Afghanistan.
In Italia è segnalata in tutte le regiononi italiane, molto frequente al nord e progressivamente meno presente al sud.
Molto più rara e localizzata è la Listera cordata o minore ( L. ) R. BR. in Aiton fil. , Horthus. Kew., basionimo : Ophrys cordata L. Sp. Pl., pianta di dimensioni ridotte, max. 15 mm. con le due caratteristiche foglioline opposte e cuoriformi dal bordo leggermente ondulato, con infiorescenza pauciflora dai fiori molto piccoli verdi tendenti al rossiccio, sepali e tepali subuguali, patenti, ovato-arrotondati all’apice e disposti a raggiera in posizione superiore al labello che è bilobo, dai lobi sottili e appuntiti rosso porpora.
La sua diffusione è europea con popolazioni asiatiche e turco-asiatiche.
Nel Nord-America Occidentale è presente una popolazione con foglie e fiori un pò più grandi : L. c. var. neprhophylla ( Rydberg ) Hultèn ( vedi Luer 1975 ).
In Italia è presente in tutto l’arco Alpino, mentre sull’Appennino le sue segnalazioni sono dubbie.
E’ specie tipica dei boschi di abete rosso ( Vaccinio-Picetea Excelsae ) e cespuglieti di mirtillo , in terreni poveri e acidi ricchi di muschio, da umidi a bagnati.
Alla prossima orchidea.
Saluti a tutti G. & C. I.

Bibligrafia : S. Pignatti – Flora d’Italia – ed. EDAGRICOLE, P. Zangheri – Flora Italica – ed. CEDAM, K.P.Buttler – Orchideen – ed. MOSAIK VERLAG, C. Del Prete G. TOsi – Orchidee Spontanee d’Italia – ed. MURSIA

Foto di C. I. De Marchi : la n° 1 Jesolo loc. pineta del Cavallino, n°2 Sorgenti del Sile loc. Casacorba
P.S. Chi è in possesso di una foto ( si intende fatta da voi ) della L. cordata se vuole può farla inserire nel blog.
Grazie e ciao.

1 pensiero su “Spontanee: parliamo del genere Listera

Ciao! Che ne pensi?

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.