Cleisostoma, un genere da scoprire

Viaggio dentro i piccoli fiori di un genere poco gettonato dalle nuove generazioni di orchidofili

A dire il vero questo post nasce semplicemente per descrivere una specie appartenente al genere Cleisostoma e precisamente, Cleisostoma filiforme, ma mettendo insieme le prime informazioni mi rendo conto che conviene approfondire la ricerca su tutto il genere e le sorprese anche in questo caso non mancano.

Il genere
Cleisostoma Blume 1825
Specie tipo: Cleisostoma sagittatum
Sottofamiglia: Vandoideae
Tribù: Vandeae
Sottotribù: Sarcanthinae
Alleanza: Trichoglottis
Sinonimi: Carteretia- Echinoglossum – Sarcanthus
Origine: India, Cina, Asia sud-est, Indonesia, Filippine, Nuova Guinea, Australia, Isole del Pacifico

Una specie

Cleisostoma filiforme (Lindl.) Garay, Bot. Mus. Leafl. 23: 171 (1972).

Basionimo: Sarcanthus filiformis Lindl., Edwards’s Bot. Reg. 28(Misc.): 61 (1842).
Sinonimi: Saccolabium luisioides Gagnep., Bull. Mus. Natl. Hist. Nat., II, 22: 629 (1951).
Origine: Yunan, Hainan, Tailandia e Indo Cina
Fioritura: Agosto Settembre
Misura fiori: 10 mm.
Lunghezza infiorescenze: da 10 a 20 cm.
Foglie: teretiformi.
Portamento: gambi, foglie e steli fiorali pendenti.

Cleisostoma filiforme – collezione Guido De Vidi – foto 02.09.07

Descrizione, curiosità e tassonomia del genere Cleisostoma

L’origine del nome generico deriva dal Greco Kleistos (Cleis.) – chiuso o escluso – e da (stoma) – bocca, in riferimento all’apertura del dente cilindrico (dove è prodotto il nettare), circondato da tessuto carnoso, quasi a chiuderlo e a rendere difficile l’estrazione del nettare da parte dell’insetto impollinatore. Effettivamente è molto impegnativo vedere l’apertura, che c’è, probabilmente quel tessuto carnoso vistosamente colorato di giallo può assorbire di raggi UV e funzionare come obiettivo visivo a specifici pronubi impollinatori.
Cleisostoma è un genere composto da circa un centinaio di specie, epifite, con piccoli fiori, endemiche nelle foreste tropicali dell’India attraverso l’Asia sudorientale, la Nuova Guinea, le isole dell’Oceano Pacifico e l’Australia.
Le specie producono infiorescenze multi- fiorite, che possono essere più o meno corte, semplici o ramificate, erette o pendenti. I fiori sono in genere carnosi con un labello trilobato.

1 pensiero su “Cleisostoma, un genere da scoprire

  1. Pingback: Orchids.it » » Metti una Vanda in salotto.

Ciao! Che ne pensi?

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.