Coelogyne speciosa var. salmonicolor

Coelogyne speciosa è una specie epifita (a volte terrestre), simpodiale, persistente, di piccola-media dimensione, nativa delle foreste umide della Malesia tra 700 e 2000 metri d’altitudine. Le inflorescenze sono pendule e in piante molto incespite possono portare fino ad 8 fiori di grande dimensione (7 cm), molto variabili nel colore.
Inizialmente questa orchidea è stata trovata a Java – Mindanao nel 1846 e introdotta nelle coltivazioni europee da Thomas Lobb per conto della “Veitch’s Nursery”.

Collezione Guido De Vidi – foto 20.01.08
Coelogyne speciosa (Blume) Lindl. var. salmonicolor (Rchb.f.)

Coelogyne speciosa è molto variabile. E’ il colore dei fiori ed in particolar modo del labello che determina la varietà della specie: può essere crema-giallo o arancione, per variare fino a bruno-marrone scuro.
Nelle foto a sinistra è rappresentata la varietà salmonicolor.

Nota interessante
Il parente più stretto di questa specie è forse Coelogyne usitana, scoperta recentemente – Coelogyne usitana – Roeth & O.Gruss (2001) – La scoperta ha suscitato molto interesse per il colore, a volte, veramente nero del suo labello.
Un cultivar dal labello molto scuro è stato esposto al Chelsea Flower Show, nel maggio 2002, come Coelogyne usitana ‘Chelsea’, dove il RHS Orchid Committee le ha assegnato il BC Orchid (certificato botanico).
Leggi questo articolo
Il colore scuro del labello di questa nuova specie ha già attirato l’interesse degli ibridatori, che hanno creato questo incrocio (Coelogyne usitana x Coelogyne speciosa), al quale è stato assegnato il nome di: Coelogyne Lyme Bay. Già nel 2006 si son viste le prime fioriture, a mio avviso vincono i loro genitori.
Coelogyne speciosa è di facile coltivazione, basta che l’umidità ambientale sia sempre elevata (oltre 70%), accompagnata da una buona ventilazione. Bagnature e fertilizzazioni durante lo sviluppo, meno in seguito. Attenzione a non bagnare le vegetazioni giovani.

7 pensieri su “Coelogyne speciosa var. salmonicolor

  1. Secondo me era più consigliato mettere le cure al posto dei vari ibridi visto che spesso sono di difficile reperibilità(Franco bianco vende la speciosa X ovalis).

Ciao! Che ne pensi?

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.