Vanda teres… Just one night

… orchids and wine, le emozioni, le storie… l’avventura di una Vanda teres fiorita – Just one night

Claudio ci teneva molto a quella Vanda teres. Soprattutto ci teneva a vederla fiorita per la grande mostra di fine maggio.
La sua Vanda la coccolava da vari anni, ecco le sue ansie di qualche anno fa:
“22 settembre, 2007
ciao Guido, arrivata in veranda! vanda teres.
non è che abbia tante radici nel vaso ma almeno ha quelle aeree.
per il momento l’hò posizionata vicinissima al vetro ( senza sole) , vedo che si stà allungando in cima e le radici aeree hanno una bella punta verde.
guido, mi dici quello che assolutamente devo evitare? adesso che arriva il freddo la appendo al caldo? fertilizzante? ecc. ecc.
grazie della tua cortesia, se domani ti vedo a Schio ti blocco.
un saluto Claudio” ..

Il tempo passa, siamo nel 2011, arrivano i giorni di “Orchids and Wine”, ma la “dispettosa non ne vuol proprio sapere di dar soddisfazione al Presidente!!
Guido, – implora sconsolato il Claudio – cosa devo fare?
Non disperare – rispondo – c’è un’ultima possibilità: trattamento musicale!!
Organizzeremo una bella nottata “blues”; inviteremo tutte le Vanda teres giunte al Palarotari per la mostra , compresa la mia… che dici?
OK Guido – aggiunge Claudio, memore del suo passato di chitarrista – proviamo anche questa esperienza, … Just one night.
E’ appena passata la mezzanotte del giovedì, quando inizia il trattamento: le corde della chitarra di Eric Clapton, sferzate da tocchi sofferti, si contraggono e fanno uscire lamenti, striduli, sottili e penetranti.

La Vanda di Claudio, quella dispettosa che non voleva donarsi, come per incanto si contrae, allarga le braccia ed inizia ad ingrossare le sue gemme fiorali.

Guido! Esclama il Claudio – che sia l’effetto dei numerosi limoncelli degustati? Non è possibile! Quattro anni di attesa e guarda qua!!!

Non era ancora spuntata l’alba del fatidico giorno dell’inaugurazione della mostra, e la Vanda teres era già miracolosamente carica di fiori stupendi.

Fuori dal Palarotari il tempo non prometteva bene, ma l’improvvisa fioritura della Vanda teres del Presidente, carica di fiori magicamente spuntati in quella notte di fine Maggio, portò il sole e si guadagnò il posto nella mostra.

Come si vede nella foto, conquistò anche due medaglie AIO… forse anche i giudici si son lasciati ammaliare dalla magia di quella notte blues.

Racconto semiserio dedicato a chi non riesce a far fiorire le Vanda, basta la musica e tanto amore 😉

Leggi anche questo post

4 pensieri su “Vanda teres… Just one night

  1. Che racconto interessante, allora da domani io inizio a cantare dinnanzi alla mia mini vanda terens… vediamo che mi combina, inatnto oggi l’ho messa in balcone così ascolta il cinguettio degli uccellini… 🙂

  2. ostrega Guido , ora in tutte le verande , serre e quantaltro saranno un concerto , io ho gia iniziato con una tricoglottis !
    grazie per il racconto ” semiserio” ed un saluto a suon di musica.

  3. Mi sa proprio che devo portare il pianoforte un giorno l’altro nella mia serra! grazie per il consiglio. 🙂

    Complimenti ancora Guido per le tue piante spettacolari, viste dal vero sono ancora più belle!

    Wolfgang

Ciao! Che ne pensi?

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.