Le “ciacole”della combriccola delle orchidee di vicolo Parnasso

Resoconto semi serio di una improbabile conversazione fra orchidee.

E’ lunedì mattina, l’aria è fresca, dicono che arrivi dalla Russia, ed è il preludio della stagione fredda che si affaccia a rovinare i sonni ed anche i portafogli di molti collezionisti di orchidee.
Fuori dalla mia serra, stipate una vicino all’altra attendono di essere rimesse al loro posto, le orchidee di ritorno dalla mostra di Schio: circa una settantina di piante.

Provate ad immaginare il chiacchericchio delle “comari” che si radunano sul sagrato della chiesa, uscendo dalla messa del mattino, ecco, lì nel mucchio la scena era la stessa; le Restrepia ringalluzzite dal freschetto, ma incazzate nere imprecavano contro la povera Pleurothallis premiata, l’Angraecum subulatum visibilmente infreddolito si consolava scambiando qualche opinione con la Jaquiniella, entrambe snobbate nei giudizi; la loro discussione mi incuriosì e mi fermai ad ascoltare.

Sono diversi anni che vivono insieme e fra loro usano chiamarsi con epiteti amichevoli del tipo “Gutty”, “Tribu”, “Subu” e “Equita”.
IMG_6307Le Gutty, un bel gruppetto di 20 specie, visibilmente infastidite con me – lo si capiva dal contenuto delle loro imprecazioni: “Ma guarda un po’ se noi dobbiamo sopportare tutto questo trambusto in ambiente a noi ostile e poi nemmeno si accorgono che ci siamo” – e la capo del gruppo rincara la dose – “è già la seconda volta che il nostro capo ci porta in giro, eppure lui lo sa che noi siamo delicate, che non ce la facciamo a stare fuori dal nostro habitat per molto tempo”… “sì” – aggiunge la più piccolina del gruppo – “però non eravamo mica male stavolta, scusa Gutty, ma quel manipolo di esperti che discuteva, scriveva, non le sa queste cose?”… “ho paura di no” – interviene la Gutty zatterata – “sai loro hanno studiato, e non gliene frega niente se siamo stanche, loro mica ci coltivano, loro giudicano… e poi ti vanno a premiare quel IMG_6350 istricciattolo di Tribu senza fiori”…- “Come, senza fiori” – sbotta Tribu” – …”ragazze mettevi gli occhiali, e poi io sono stato premiato già altre volte, cosa credete, non sono mica spennacchiato come voi, con pochi fiori, ed anche mezzi appassiti!”

A quel punto sono dovuto intervenire: “Basta! Un po’ di rispetto per il prossimo. Però, mie care, volendo spezzare una lancia in vostro favore, dovrei ammettere che un po’ di ragione sta dalla vostra parte, così non funziona, bisogna rivedere un po’ tutto, ma state buone per favore.”

IMG_6312IMG_6313Non l’avessi mai fatto a mettermi in mezzo alla discussione: “Stare buoni?” – esordisce Equita – “Ti pare serio? Guardami, ho già compiuto 25 anni, sono un esemplare unico, vieni vicino, vedi dove sono i fiori: giovani ancora socchiusi, aperti in attesa di essere impollinati, appassiti senza aver ricevuto alcuna visita ed anche fecondati… cosa vuoi di più, così sono fatta io!”… “i miei fiori sono poco appariscenti? Ho le foglie sporche? Sono un po’ ammaccata? Non è mica facile portarmi in giro, peso più di 50 chili, ma anche così so dare emozioni a chi se ne intende!” 😉 … “A proposito, hai visto che la televisione è venuta a riprendermi, chi mi conosce mi ama!”

IMG_6314 “Cosa dovrei dire io” – esordisce Subu – “mi palpeggiavano, discutevano sul numero dei miei fiori, sì certo, alcuni erano ancora socchiusi, ma quando mai avranno modo di vedermi con i fiori tutti aperti!”… “Scusa sai, io li apro in progressione!… questi furbacchioni di giudici sono andati anche sbirciare sul tuo sito alla ricerca di una mia vecchia foto nella quale mostravo più fiori… da una parte sola però, io sono una “palla” e stavolta ero piena di fiori tutto attorno, per la prima volta nella mia lunga vita, ma loro non lo sanno, noi due sì e questo basta e avanza” 😉

Alla fine, tornata la calma e la rassegnazione, tutte in coro esclamarono: va bene dai portaci al nostro posto, perdoniamoli questi giudici, ma tu che sei – come dice Marco – un veterano, datti da fare: in una mostra per tirar fuori una valutazione verosimile i giudici dovrebbero essere almeno una decina.

1 pensiero su “Le “ciacole”della combriccola delle orchidee di vicolo Parnasso

Ciao! Che ne pensi?

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.