Cattleya Portia Coerulea, dialogo metafisico con il suo coltivatore

img_0099Conversazione semiseria con un esemplare, ormai inamovibile, di Cattleya Portia Coerulea:
E’ una mattinata fredda (inmussada) si direbbe dalle nostre parti, e pertanto è quasi obbligo rivolgere le prime attenzioni a tutti i marchingegni delle serre… soprattutto al funzionamento del riscaldamento: fuori, ormai, si va vicino allo zero termico.

Sono già passate le ore otto quando entro nella serra grande, e con soddisfazione sento il tepore che mi tranquillizza: “tutto bene” – penso – ma, davanti a me, alta, appesa al supporto centrale della serra, sento imprecare quel mastodontico esemplare di Cattleya Portia Coerulea che vegeta da oltre 20 anni nella collezione.
img_0100Rivolgo lo sguardo verso quel grumo di radici, germogli, foglie e infiorescenze in parte già sbocciate, e sento che sbotta: guardami bene, orchidofilo del tubo! Possibile che non mi puoi fare un po’ più di caldo, mi basterebbe un grado in più! Non vedi come sto soffrendo per far sbocciare tutti i miei fiori! Contali, se ce la fai… sono tantissimi, sai!“hai ragione” – gli rispondo con un po’ di colpa – “ma, sai, devo risparmiare… a volte mi vien quasi img_0098 voglia di ‘serar baraca e buratini’ e quindi ti devi accontentare”. Così dicendo, tergiversando un po’, gli chiedo se posso fare qualche foto: “Sai” – sussurro con malcelata ruffianaggine – “vorrei dedicare i tuoi fiori ad una coppia di amici orchidofili trentini, che ne dici?” Ed ecco che la vedo tutta pimpante che si mette in posa: “Ok, anche se non c’è molta luce, preparati!” – affermo con tono perentorio – Ed invece, lei, continua ancora a borbottare: “E sì, perchè io non riesco mai a farmi vedere nelle esposizioni a causa del mio periodo di fioritura e del grade ingombro… questo non è giusto!!”
“Ma dai” – cerco di tranquillizzarla – “tu pensa a preparare una bella fioritura, io ti prometto di farti stare un po’ più al calduccio… e poi ho una bella notizia da darti;
tiziana_-faccoliquest anno avrai molte visite… come a dire – se maometto non va alla montagna, sarà la montagna ad andare da maometto”
“Dimmi, dimmi” esclama entusiasticamente, lei – “chi verrà?” -… “sorpresa, cara mia” – bisbiglio io – “per ora goditi la NOMINATION di oggi, dedicata a Amilcare E Tiziana Faccoli, orchidofili trentini di Arco”. Domani è un altro giorno.

Ciao! Che ne pensi?

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.