Oscar dei fiori – Ortogiardino Fiera Pordenone

Oscar dei fiori, prima edizione di un premio originale che mancava nel panorama floricolo italiano.

Domenica 5 Marzo nel contesto della fiera “Ortogiardino”, alla presenza del Presidente della fiera di Pordenone, Ing. Renato Pujatti e del responsabile commerciale Dr. Francesco Terrin, sono stati consegnati gli attestati “Oscar dei fiori” a personaggi che nel corso del 2016 in vario modo hanno contribuito a rappresentare il fantastico mondo del verde e dei fiori.

La cerimonia, semplice come lo sono tutte le iniziative nella loro fase embrionale, si è tenuta nell’Agorà degli spazi organizzati per Pordenoneorchidea in un’atmosfera scenografica di alto livello artistico.

Il filo conduttore sul quale si è mosso il Comitato artistico nella selezione dei personaggi a cui dedicare il premio, ha colto ispirazione da una metafora spesso evocata dalla scrittrice e giornalista Anna Maria Botticelli (scomparsa prematuramente) alla quale è dedicata l’attuale edizione di Pordenoneorchidea: “Non siamo noi che serviamo ai fiori ed alle piante, ma sono loro che servono a noi”

Il comitato artistico in collaborazione con Pordenonefiere Spa, ha inteso elevare a valore quattro aspetti del mondo dei fiori: la loro coltivazione, la loro rappresentazione pittorica, la loro raffigurazione nella fotografia, e il loro racconto attraverso la letteratura ed il giornalismo.

La premiazione
Le premiazioni si sono svolte alla presenza di un pubblico attento e delle massime autorità istituzionali di Pordenonefiere Spa.
Il Presidente, Ing. Renato Pujatti, nel suo discorso introduttivo ha voluto sottolineare come sia importante spaziare su nuovi orizzonti rappresentativi, sia nella loro dimensione scientifico culturale e non da ultimo per portare nel territorio le varie manifestazioni fieristiche in calendario. Significativa in tal senso la scenografia del giardino in piazza, allestita per conto dell’ente Fiera in centro Città.

Floridee ha coordinato i lavori preparatori della selezione dei personaggi da nominare per “L’Oscar dei Fiori 2017” proponendo di assegnare l’attestato a:

COLTIVAZIONE
Ex equo a Mirella Collavini (Udine) e Tiziano Caronello (Treviso), con la seguente motivazione:
“Per la loro totale dedizione al mondo dei fiori con semplicità e genuina passione”.

ARTE FIGURATIVA
A Zanette Ciro (TREVISO), con la seguente motivazione:
“Per la forza e l’armonia espressiva dei suoi soggetti pittorici”
Ciro Zanette, pittore autodidatta (suoi sono i quadri che fanno da cornice alle premiazioni), presente in varie mostre personali e collettive, eclettico e fortemente ancorato nella sua ricerca di soggetti del mondo rurale e romantico di un passato ormai andato.

FOTOGRAFIA
A Ferruccio Carassale (GENOVA), con la seguente motivazione:
“Per la sua maestria a cogliere l’attimo magico della natura nelle sue istantanee”
Ferruccio, maestro della fotografia ante litteram, dal rullino alla digitale, le sue foto accompagnano da anni, gli articoli delle maggiori riviste italiane del giardinaggio.

LETTERATURA E GIORNALISMO
Memoria postuma a Anna Maria Botticelli (MILANO), con la seguente motivazione:
“Per aver saputo coniugare scienza, botanica e viaggi onirici nei suoi racconti verdi”.
Ritira il premio Ernesto Minotti, compagno e marito di Anna Maria. Ernesto ricorda con struggente passione la vita e le parole di Anna Maria: “Non sono le piante che hanno bisogno di noi, ma siamo noi che abbiamo bisogno di loro”
Recensione:
Anna Maria Botticelli è nata a Genova ed ha vissuto l’ultima parentesi della sua vita a Milano. Biologa e microbiologa di formazione, da sempre ha nutrito la passione per le piante che l’ha portata a vivere varie esperienze professionali, partendo dallo studio e coltivazione delle orchidee, per approdare poi al racconto dei fiori e delle piante, nella veste di giornalista e di scrittrice. Ha collaborato per oltre 20 anni con diverse case editrici italiane, come Arnoldo Mondadori Editore, Cairo Editore, Periodici San Paolo, Pentagono Editrice, quale autrice di servizi e rubriche sul tema del verde. Per Gardenia, il più importante mensile italiano di fiori, piante, orti e giardini, ha curato monografie dedicate alle bulbose primaverili, ai Pelargonium e alle orchidee. Molti sono i suoi libri pubblicati in collaborazione con fotografi, erboristi e farmacisti, fra i quali: Ritratti di Orchidee, La salute foglia per foglia, Giardini in vaso, e non da ultimo il bellissimo volume Orchidee, edito dalla De Agostini nel 2014.

RINGRAZIMENTI ED AUSPICI FINALI
In chiusura di questa sentita cerimonia, mi piacerebbe recapitare ad un indirizzo sicuro il mio desiderio che ci sia anche una seconda, terza e così via, edizione dell’Oscar dei Fiori, e per essere sicuro che giungerà a destinazione spedirò il mio desiderio con lettera raccomandata.
Un grazie a quanti hanno contribuito alla conduzione di questo evento: al personale ed ai dirigenti della Fiera, a tutti gli amici che hanno collaborato con passione, nessuno escluso: ad maiora!

Ciao! Che ne pensi?

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.