Bulbophyllum gracillimum: sensazioni leggiadre

Quasi non l’ho vista stamattina, poi sono stato attratto da uno strano ciuffetto di fiori color viola – mattone che aleggiava sopra un batuffolo di piccoli pseudobulbi e foglie ovali, eccolo:

Collezione Guido De Vidi – Foto 12.04.05 – Diritti riservati
Bulbophyllum gracillimum (Rolfe)Rolfe 1912 SEZIONE Cirrhopetaloides Garay, Hamer & Siegerist 1994

Sinonimi: Bulbophyllum leratii (Schltr.) J.J.Sm. 1912 – Bulbophyllum psittacoides J.J. Sm. 1911 – Cirrhopetalum gracillimum Rolfe 1895 – Cirrhopetalum leratii Schltr. 1911 – Cirrhopetalum psittacoides Ridley 1927 – Cirrhopetalum warianum Schlecter 1913

…Strane danzatrici nell’aria, figure delicate gracili e graziose che si muovono con un minimo alito di vento… anche queste sono orchidee!!

Il Bulbophillum gracillimum è una specie originaria della Tailandia, Birmania, Malesia ed isole Solomon. Questa orchidea epifita di piccole dimensioni, preferisce temperature moderate, buona umidità, ambiente ventilato e può essere coltivata sia su zattere di fibra che in vaso.
Le infiorescenze di quest’orchidea si formano a gruppi di 6 – 10 fiori, all’apice di un lungo ed esile stelo fiorale e sono delicatamente profumati.

6 pensieri su “Bulbophyllum gracillimum: sensazioni leggiadre

  1. Elena carissima, la ringrazio per i lusinghieri complimenti. Sabato mi ha fatto molto piacere conoscerere lei e ritrovare l\’amicizia di Nitto e Sergio.
    Per comunicare con me ci sono due vie: questa, pubblica, con la quale si interagisce sui contenuti del mio blog, sostanzialmente un diario pubblico che scorre giorno dopo giorno sul filo conduttore delle orchidee e quella privata via e-mail – guido.devidi@infinito.it.

    Con pazienza, vedrà che il fantastico viaggio nel meraviglioso mondo delle orchidee diventerà sempre più facile ed interessante, cordialmente guido.

  2. Salve Sig. Guido, sono Elena Stanizzi, la compagna di Nitto Palma.
    Non sono riuscita a trovare altro modo per contattarLa che attraverso il link dei commenti, che immagino non sia quello più adatto (come si fa a scriverle?).
    Volevo ringraziarLa per la splendida gentilezza che ha avuto nel farmi dono della sua cattleya picturata e darle notizie sulla sua creatura, che ha viaggiato senza danni in aereo (non sa con che cura l\’ho trasportata). Ora è collocata in un vaso basso di cristallo, poggiata su dei sassi semi immersi in acqua, così può prendere continuamente umidità senza entrare in contatto direttamente con l\’acqua.
    Sta benissimo, è vicino ad una finestra ma non al sole, e profuma.
    Il suo mazzetto di fiori di cattleya è invece sulla mia scrivania e mi fa compagnia con il suo profumo mentre lavoro.
    Volevo inoltre farle i complimenti, sono rimasta incantata dalla sua serra e dal suo splendido contenuto, e spero che Nitto possa fare qualcosa per valorizzarlo, e lo sto pressando in tal senso.
    Così come sono incantata dalle foto del suo sito, e devo dire che la invidio per riuscire a circondarsi di tanta bellezza.
    Le piante di orchidee che compro da un vivaio (ho parlato con il venditore)vengono dall\’Olanda, ed il venditore mi diceva che quasi nessuna di quelle che vende sopravvivono (neanche a casa sua), forse perchè sono piante a crescita forzata ai fini della fioritura e della vendita.
    E\’ vero?
    Se sì, dove posso trovare belle piante di wanda e di cattleya che durino?
    So che sono sfacciata, ma se ha qualche pianta in fiore che proprio le avanza, wanda o cattleya o altro, pensi a me e magari, attraverso la Sua guida, potrei riuscire anche io ad avere la mia piccola coltivazione di orchidee (al momento ho paleonopsys rifiorite, dendrobium e oncidium che non rifioriscono anche se continuano a mettere nuovi getti e-ma non mi piacciono-cymbidium).
    Grazie ancora e cari saluti
    Elena Stanizzi

  3. Ciao ragazze, grazie per i complimenti…ricordo a tutte/i che le mie orchidee sono sempre felici di vedervi in serra.

    Donatella, penso che ripeteremo gli incontri anche quest\’anno naturalmente aperti a nuove/i partecipanti, presto ci sarà un post con il programma, ciao ciao.

  4. caro Guido,ho avuto la fortuna di essere una tua corsista:da allora mi hai trasmesso la passione per le orchidee.Quella che ho comprato quest\’anno alla fiera di Pordenone ora è in fiore ,sicuramente non è bella come quella che ho appena visto ,ma per una principiante come me è meravigliosa. un arrivederci e a presto.

  5. Guido, quest\’orchidea vale un sogno! Non trovo aggettivi adatti per definirla…mi piacerebbe averla con me… non te ne invidio il possesso, ma la possibilità di ammirarla a distanza ravvicinata.

Ciao! Che ne pensi?

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.