Orchidee spontanee “D Day” 2

Orchidee spontanee dei Colli Asolani e …del Piave

Secondo appuntamento con le orchidee spontanee per Orchids Club Italia. A margine del convegno e dopo un ristoro, (altro che fugace) luculliano presso l’abitazione di Aldo il gruppo al completo, (circa 50 appassionati) si è avventurato sulle Colline Asolane del monfenera armati di macchine fotografiche.
Come anticipato dagli “esploratori” non sono mancate le sorprese. In primis la Serapias vomeracea, poi l’ Anacamptis pyramidalis e l’ Ophrys apifera, infine non stanchi, tranne il Presidente di Orchids Club, (reduce di scorribande il giorno prima) trasferimento, con in testa G&C, Aldo e Giovanni (il Senatore) per l’ultimo sito presso uno dei luoghi più sacri in Italia, l’Isola dei morti, definita “Porta della Vittoria” poiché fu da qui che l’esercito si portò a Vittorio Veneto.


Sul cippo commemorativo sono murate quattro lapidi con versi tratti dalla canzone “La Sernaglia” di Gabriele D’Annunzio che durante la prima guerra mondiale combatté sul fronte. Il luogo è arricchito dal monumento “Vita per la Pace”

opera dello Scultore Marbal (Mario Balliana) di Fontigo.

E’ subito euforia per la presenza di un’ intera colonia di Ophrys apifera e poi via via Ophrys apifera‘tilaventina’, Anacamptis pyramidalis o a sorpresa Ophrys fuciflora.

Due spontanee.

Foto sopra: Ophrys apifera‘tilaventina’, Ophrys apifera, Serapis vomeracea.

1 pensiero su “Orchidee spontanee “D Day” 2

  1. non c’e niente da correggere, la prima ophrys sotto l’ anacamptis è O. apifera, la seconda è O. holoserica.
    Bravo Alberto bel servizio e belle foto.
    Grazie G. & C.I.

Ciao! Che ne pensi?

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.