Solstizio d’inverno

La giornata più corta dell’anno
Il solstizio d’inverno cade il 21 dicembre. E’ è il giorno più breve dell’anno, “il giorno che non è giorno” poiché segna il punto di frattura fra un semestre e l’altro: il sole tocca il punto più basso dell’orizzonte, così questa è la giornata con le ombre più lunghe. Si dice che anche la sua notte sia più lunga, la più buia dell’anno…
In antichità il solstizio d’inverno era un’importante festività dei popoli pagani, le celebrazioni si prolungavano per più giorni.
Dalle mie parti il 21 dicembre 2007, seppur breve è stato illuminato da un bel sole limpido e tiepido (alle ore 14 il termometro sistemato fuori della mia serra segnava + 11), un vero record rispetto ai giorni scorsi, battuti dalla bora e imbiancati dalla brina.

Nel giorno della sua festa, il sole ha fatto capolino anche dentro la mia serra per curiosare ed illuminare una bella Cattleya in fiore .
Un raggio di luce sulle gocce d’acqua lucenti ancora ferme ad accarezzare i fiori di questa splendida Cattleya Porcia Canizzaro.
Da domani avremo un attimo di luce in più…da noi c’è un detto Veneto che recita più o meno così:
A Nadal e zornae e se slonga de on piè de gal, a Pasqueta de on’oreta…penso che non serva la traduzione, nel caso servisse c’è il nostro Gianni da Ulm 😉

Questa voce è stata pubblicata in Orchids. Contrassegna il permalink.

2 risposte a Solstizio d’inverno

Ciao! Che ne pensi?

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.