Phragmipedium Memoria Dick Clements

La coltivazione dei Phragmipedium era andata in disuso nelle collezioni, ma dopo il 1981, con la scoperta di Phragmipedium besseae, il colore rosso fuoco dei suoi fiori ha riportato interesse fra gli ibridatori.

Phragmipedium Memoria Dick Clements è uno dei migliori e più popolari ibridi “besseae”.

Phragmipedium Memoria Dick Clements J.R. Edwards (G. Clements)
Incrocio originato da G. Clements, e registrato da J.R. Edwards il 27-Feb-1992.
Genitori: Phrag. lindleyanum var. sargentianum (capsula) x Phrag. besseae.

Note sui genitori
Phragmipedium lindleyanum var. sargentianum (Rolfe) Gruss
Basionimo: Phragmipedium sargentianum Rolfe in Orchid Review, 4: 332 (1896)
Etimologia: nominato in onore del Prof. CS Sargent, allora direttore all’ Harvard Arboretum ed editore di Garden and Forest.
Transferito: Gruss in Orchid Digest, 67(4): 228 (2003)
Distribuzione: Phrag. lindleyanum var. sargentianum è endemico nella Provincia di Pernambuco (Brasile), nelle foreste delle catena del Cariris o Tabatinga.

Phragmipedium besseae Dodson & Kuhn in American Orchid Society Bulletin 50: 1308 (1981)
Perù: San Martin, sulla strada che da Tarapoto porta a Yurimaguas, pianta litofita sulle rocce di granito bagnato, alt 1100 m.
Scoperto il 13 luglio 1981, J. & E. Halton Besse 62 (SEL).” (Dodson & Kuhn, 1981)
Etimologia: in onore della signora Elizabeth Locke Besse che ha scoperto la prima pianta.
Il primo avvistamento di Phrag. besseae risale al 1960 ad opera di Padre Angelo Andreetta, che racconta ” individuato a una certa distanza e sul lato opposto del Rio Cuyes nel sud-est dell’Ecuador, ma pensavo che fossero Begonia froebelii.”

L’enorme successo di questo incrocio ha sollecitato a più riprese l’interesse di molti ibridatori, tanto da indurli a riproporlo in diversi “remake”, usando vari cloni dei due genitori ed anche invertendo il genitore (capsula) con il genitore (polline).
Per comodità useremo il vecchio basionimo “sargentianum”
Ecco di seguito alcuni “remake” fra i più interessanti:
Phragmipedium Mem. Dick Clements (sargentianum ‘March Mist’ X besseae ‘Strawberry’)
Phragmipedium Mem. Dick Clements ‘Yellow Fin’(sargentianum ‘Westwood x besseae ‘Last Time’)
Phragmipedium Memoria Dick Clements (besseae ‘June’ X sargentianum ‘Pyrope’)
Phragmipedium Memoria Dick Clements (sargentianum ‘Pyrope’ X besseae ‘June’)
Phrag. Mem. Dick Clements (sargentianum ‘Future’ x besseae ‘Robert’s First’)
Va da se capire che ogni clone di Phrag. Mem. Dick Clements presenta varie tonalità di colori ed anche diversità nella morfologia della pianta e dei fiori. Si va dal colore rosso scuro con profonde sfumature di rosa, ai petali larghi con texture setose. Con le loro sperimentazioni, gli ibridatori tendono ad ottenere fiori grandi con petali e sepali larghi, piante vigorose con foglie rigide e con brevi rizomi orizzontali fra le singole vegetazioni, onde evitare il tratto fastidioso del Phrag. besseae.

Ciao! Che ne pensi?

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.