AIO, uniti si cresce!

Sull’onda del grande successo dell’evento orchidofilo di Schio appena conclusosi lo scorso fine settimana, cresce l’attenzione per le orchidee, quale passione da condividere insieme.
Lo scorrere degli eventi evidenzia chiaramente l’utilità dell’elemento aggregante, rappresentato da una Associazione a livello nazionale, alla quale far capo operativamente, sia per l’informazione che per il coordinamento delle varie realtà spontanee locali, siano esse Associazioni, semplici gruppi o Club di appassionati.

IMG_20141005_151324224IMG_20141005_160802955 Nelle foto a sinistra, uno spaccato delle conversazioni e delle simulazioni di rinvaso attivate da Alberto Ghedini e Gian Maria Conte, del direttivo nazionale AIO.
L’evento ha avuto luogo il 4 e 5 ottobre, nelle barchesse e nel giardino della Villa Brandolini D’Adda, rinomata Azienda vitivinicola, con annessa la serra delle orchidee che per decenni ha alimentato le scenografie floreali nelle feste di Palazzo Grassi (VE) già proprietà della famiglia Agnelli.

L’incontro, molto apprezzato dalle appassionate e dagli appassionati presenti, è stato anche occasione di profiqua palestra di idee. Molto “gettonata” è stata quella di costituirsi in gruppo locale AIO con l’obiettivo di consolidare e rendere continuativa l’esperienza appena nata.

Inoltre, seppur ancora a livello di ipotesi, dialogando con l’Amministrazione dell’Azienda, ha preso sostanza la possibilità di organizzare negli spazi delle barchesse e dei maestosi porticati, una mostra mercato di orchidee e piante esotiche, da intercalare a cadenza biennale con la già collaudata Orchids&Wine di Mezzocorona: prima edizione Maggio 2016.

Uniti si vince… verrebbe da dire!

Ciao! Che ne pensi?

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.