Dendrobium linearifolium

Dendrobium linearifolium Teijsm. & Binn. 1862
Sezione: Rhopalanthe
Sono anni che questo interessantissimo Dendrobium vive nella mia collezione con nome di specie errato: (D. subulatum).
Con tante piante presenti nella collezione, può capitare che non trovi mai il momento per approfondire la correttezza dei dati tassonomici delle singole piante, ed è così che ti trascini le cartellinature iniziali, finchè un giorno ti accorgi che qualcosa non funziona…

La crisi

La pianta in questione ha avuto un periodo di splendore, vegetazione splendida, massima rigonfiatura della base degli pseudobulbi – a sinistra la foto esplicativa linkata dal forum Orchids story – e fioriture generose, poi è inziata una crisi inspiegabile – la cosiddetta: crisi dell’esemplare, quasi a perdere la pianta. Nulla era cambiato, stesso sistema di coltivazione, ma quel grande ceppo leggiadro, di esili foglie e steli pendenti, degenerava giorno dopo giorno.

L’intervento riparatore

Per evitare l’inesorabile ed inspiegabile entropizzazione di quel graande esemplare, feci alcune divisioni, che ora, a distanza di anni, stanno riprendendosi.
Qualche giorno fa ho potuto godermi i primi fiori post crisi ed è a quel punto che, attratto dall’inaspettata fioritura, ho osservato attentamente la struttura morfologica della pianta ed ho avuto qualche esitazione a conciliarla con il nome di specie con cui era da sempre cartellinata e cioè: D. subulatum.
“Subulatum” in latino dovrebbe significare punteruolo, cioè corpo con punta contundente, tipica caratteristica delle foglie teretiformi, ma questa specie ha le foglie nastriformi, quasi simili a fili d’erba, quindi non poteva essere giusto quel nome di specie.
Internet mi ha dato una mano, dopo qualche ricerca sul web … e qualche foto di confronto è apparso chiaro l’errore ed anche il giusto nome: Dendrobium linearifolium
Mi scuso con gli amici ai quali, via via nel tempo ho dato delle divisioni con il nome sbagliato…se la pianta è ancora presente nella vostra collezione, provvedete alla correzione.

Note storiche e scientifiche


Dendrobium linearifolium
Autori descrizione: Teijsm. & Binn.
Anno: 1862
Libro: Natuurk. Tijdschr. Ned.-Indië 24: 318
Teun Otto Lander, piantatore olandese, inizia la sua carriera nel 1879 in una piantagione di caffè nel centro di Java, nel 1883 invia un esemplare di Dendrobium linearifolium all’Orto Botanico di Leiden Olanda: fonte (Flora Malesiana ser. 1, 1: Cyclopaedia of collectors)

Dendrobium linearifolium è molto presente a Bali, dove cresce sugli alberi, ma anche sui tetti, sulle sculture in pietra, pareti, ecc.
Sezione: Crumenata
Fiore: 1,8 cm
Endemico in: Sumatra, Java e Bali
Altitudine: 700 – 1800 m
Fioritura: durata 3 – 4 giorni, periodo irregolare
Coltivazione: su zattera e/o anche vaso – fibra o bark medio – luce media, buona umidità tutto l’anno.
Sinonimi: Dendrobium gracile Kranzl. 1910
Ceraia linearifolia (Teijsm. & Binn.) M.A.Clem.2003;
Ceraia linearifolia (Teijsm. & Binn.) MAClem. 2003 2003
CLEMENTS, Mark A.:
Molecular phylogenetic systematics in the Dendrobiinae, with emphasis on Dendrobium section Pedilonum
2003
Edition: 1
Lit. Quotation: Telopea, Vol.10, no.1, 2003, p.247 – 298

Ciao! Che ne pensi?

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.