Octomeria, due specie a confronto

Premessa: Il genere Octomeria è stato stabilito dal botanico inglese Robert Brown in Hortus Kewensis, seconda edizione, vol 5: pag 211, nel 1813, basando la sua descrizione delle specie precedentemente descritte da Linneo come Epidendrum graminifolium, rinominata Octomeria graminifolia in tale occasione. E’ composto da circa 200 specie (diverse ancora da classificare), epifite e/o litofite di varia grandezza, a volte miniaturizzate e pseudobulbose. Le foglie teretiformi – a volte semi teretiformi – producono brevi infiorescenze con uno o più fiori alla loro attaccatura con il fusto.
Le piante sono dotate di rizomi corti e fusti all’apice dei quali si sviluppa un unica foglia di varia dimensione, piatta o teretiforme solitamente coriacea. Alcune specie hanno fusti molto corti e foglie carnose come ad esempio Octomeria leptotifolia.

Analisi delle differenze morfologiche fra due specie del genere Octomeria, molto simili fra loro e forse le più diffuse nelle collezioni: Octomeria grandiflora Lindl. 1842 e Octomeria crassifolia. Lindl.1837.

Octomeria crassifolia foto 4
Octomeria grandiflora foto 1

Octomeria crassifolia (foto 4) e O. grandiflora (foto 1) hanno periodi di fioritura sovrapposti. Octomeria crassifolia fiorisce da novembre a febbraio, con rare iso- fioriture a settembre e ottobre, con picco a gennaio. O. grandiflora fiorisce da novembre ad aprile, con eventi di fioritura isolati in ottobre e giugno. I fiori di O. crassifolia si presentano in fascicoli, con ciascuna infiorescenza da 5 a 10 fiori che si aprono contemporaneamente. In O. grandifora,le infiorescenze sono a fiore singolo o, più raramente, a due o a tre fiori. I fiori di entrambe le specie si aprono contemporaneamente durante il prime ore del mattino e durano non più di 5 giorni.

Octomeria grandiflora foto 2

La morfologia floreale di entrambe le specie è molto simile. O. grandiflora produce fiori leggermente più grandi (10 mm foto 2) mentre i fiori di O. crassifolia (foto 3) sono lunghi di circa 8 mm e larghi 5 mm, con perianzio eretto-evidente, con petali e sepali simili, membranacei, giallastri, lungo circa 6,5 mm, labello trilobato, con eretto lobi laterali, con un lembo membranaceo, e eshy istmo lungo 4 mm alla base prima dei due calli.

Octomeria crassifolia foto 3

La colonna è lunga circa 2,9 mm, formando un camera alta circa 0,8 mm rispetto al labello, vicino alla regione dello stigma. I fiori di questa specie emanano un odore di citronella o di limone all’inizio dell’ antesi che si intensifica nelle prime ore del mattino ma diminuisce durante il giorno, diventando quasi impercettibile verso sera.

Ciao! Che ne pensi?

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.