Non puoi farti la serra? Fatti un terrario… guarda i risultati!

Ieri, durante l’impaginazione del post precedente, fra me e me pensavo – chissà se potrà interessare l’idea di mini coltivazioni in spazi attrezzati, quali terrari e/o orchidari – dai commenti sin qui giunti, par di capire che l’argomento interessi, quindi possiamo senz’altro dar vita ad un nuovo post per approfondire e raccogliere le vostre esperienze.
Iniziamo con Diego.
L’amico Diego di Sacile, negli ambienti dedicati alle sue “rane” ha inserito con successo anche varie orchidee miniatura… ecco cosa ci scrive:

… “Ciao Guido, da come avrai visto la risposta sul post delle piccole orchidee da terrario, ti mando un paio di foto delle mie che stanno o che sono fiorite ultimamente nei miei terrari delle rane (in una foto si vede pure anche la rana).
Tutte queste ed anche altre sono coltivate in terrari in vetro, con luce artificiale e temperatura minima 20
gradi, la notte, e massima 24-26 di giorno, con umidità sempre molto alta, tanto che nebulizzo mediamente ogni 2 ore per 20 secondi durante le ore di luce, niente invece la notte.
Se la cosa può interessare posso farvi un mini reportage delle orchidee nei miei terrari, giusto magari per valutare un modo alternativo di coltivazione”

… certo che interessa, attendiamo il reportage – tecnico e gestionale dei tuoi terrari – che poi inseriremo in questo post.
Grazie Diego e complimenti… da quel che si vede, i tuoi terrari devono funzionare molto bene.

Schoenorchis, le piccolissime per il tuo terrario/orchidario

Il genere comprende 10 specie originarie dell’Asia, dall’Himalaya alla Nuova Guinea.

Tutte le specie del genere sono di piccole dimensioni, alcune sono molto miniaturizzate, hanno foglie strette, carnose, con radici molto grosse rispetto alla dimensione della pianta stessa.
GENERE Schoenorchis
FAMIGLIA: Epidendroideae
TRIBÙ: Vandeae
SOTTOTRIBÙ: Sarcanthinae.
Il genere Schoenorchis, è stato stabilito da Blume nel 1825, con la descrizione della specie tipo: Schoenorchis juncifolia.
Le orchidee appartenenti a questo genere producono molte infiorescenze ramificate e di colore rosa, i fiori delle varie specie variano per la struttura della piccola spiga fiorale o per la compattezza dei fiori stessi: tutti, sono caratterizzati da minuscoli sepali e petali con un labello molto pronunciato e sottile.
Nella letteratura e nella simbologia delle orchidee, proprio per la loro ridottissima dimensione e per la delicatezza dei fiori, alcune specie di questo genere sono note come “orchidea da occhiello”.
Continua a leggere