Vanda hindsii

La Vanda sconosciuta di Alberto

Questo è proprio un bel mistero: mi sono copiato!
Molti anni fa un mio amico, durante uno dei suoi viaggi nell’emisfero australe, raccolse alcune orchidee (allora si poteva) pensando bene di farmi una sorpresa al suo ritorno.
La mia sorpresa è stata grande ed ora quelle orchidee portano con orgoglio il suo nome. Sì, tutte le orchidee arrivate nella mia serra da amici, portano il loro nome e così capita che una pianta si chiami: Vanda coerulea “LELE” oppure Lepanthes gargoyla “STEFANO”.
I puristi della tassonomia non gradiranno queste mie “eresie”, pazienza.
Una Vanda però, rimase senza nome per parecchie stagioni….1, 2 metri d’altezza, radici lunghe, lunghissime che andavano a conficcarsi nella base della serra ma fiori niente.

Due anni fa i primi fiori color cioccolato, turgidi, profumati e molto duraturi.
Potete immaginare la soddisfazione! Foto di rito e via con le ricerche sui sacri testi, con scarsi risultati però (forse Vanda ebracica?) Nel frattempo arriva la connessione ad internet e parte il blog, trovo la risposta e per l’occasione scrivo anche un post, ma mi dimentico di “cartellinare” le piante in serra.

Passa il tempo ed il post va in archivio portando con se anche il nome della Vanda color cioccolato e la mia memoria “galeotta”.
In seguito divido la piantona in tante sorelle per gli amici (se non vuoi perdere le tue orchidee, dona una divisione ad un amico prima possibile) ed una di queste divisioni va ad abitare proprio nella nuova serra di Alberto…..e va anche a fiorire nella sua serra!!! Le mie niente!!
Il buon Alberto, orgoglioso della sua fioritura la sbatte subito in prima pagina nel suo sito, alla ricerca del nome che non c’è.

Oggi ho installato (confesso, lo ha fatto mio figlio per mettere un pò d’ordine nei file delle foto) “Picasa 2”, un programma di gestione immagini molto funzionale e cosi è capitato che nella fase di riordino sia ricomparsa anche qualche foto imboscata e dimenticata: fra queste una Vanda molto simile a quella di cui si parla. Ma guarda un pò! La foto portava anche il nome “hindsii“e mi son detto: aspetta che faccio un post per Alberto!

Mi attrezzo e faccio un giro con Google alla caccia di notizie!! Così fan tutti e chi non lo fa, scagli la prima pietra!
Sorpresa: il signor “Google” mi consiglia di leggere Orchids.it ….. Vanda hindsii…ecc…..mi sono copiato.

Vanda hindsii Lindl 1843.
Il nome è dato in onore di Hinds, botanico inglese vissuto all’inizio del 1800.
Sinonimi Vanda truncata J.J. Sm. 1908 – Vanda whiteana D.A. Herb. & S.T. Blake 1951.

Questa specie è originaria della Nuova Guinea, Papua e Australia del Nord.
La Vanda hindsii è un’orchidea epifita a sviluppo monopodiale che ama vivere in alto sui rami degli alberi, vicino ai grandi fiumi. In qualche caso può vivere anche come litofita su spuntoni rocciosi in pieno sole a 400 – 500 metri d’altezza sul livello del mare.
Il suo fusto vegetativo è molto lungo (anche due metri) con foglie ricurve e linguate, di color verde smeraldo; dalle ascelle della parte superiore del fusto si formano gli steli fiorali portanti 7-8 fiori profumati, rigidi, carnosi e di lunga durata.

Nelle coltivazioni amatoriali, questa Vanda si adatta a condizioni climatiche diverse e si sviluppa con facilità, ma per fiorire neccessita di tanta luminosità, buona umidità e temperature calde (oltre 30 gradi). Produce un estesissimo pannicolo radicale e non è molto generosa con le fioriture, che si presentano ogni tre o quattro ascelle fogliari.
Non richiede periodi di riposo vegetativo e va fertilizzata con generosità.
Questa particolarissima Vanda è un buon banco di prova per i collezionisti…in bocca al lupo.

Nei prossimi post:

I Dendrobium di Daria.
Vanda Miss. Joachim, una bella storia.
Pteroceras caligare, un mistero risolto.

2 pensieri su “Vanda hindsii

  1. Guido grazie per il post, tutto così è definitivamente sistemato e anche il mio dubbio svanito. Io archivio in una lista i nomi con a fianco la provienza, infatti dopo ogni denizione ho inserito ..guido… guido… guido….ecc. circa un 99 su 100 sono orchidee con provenienza Guido, allora per non confondrmi ulteriormente e caraterizzare l’evento a questa aggiungerò sul cartellino V. hindsii “orchisd.it” in onore del blog e di di tutti coloro che che ti hanno aiutato a realizzarlo, senza questo sarebbe rimasta una vanda con il punto ? Grazie e ciao Alberto

Ciao! Che ne pensi?

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.