Quiz: orchidea misteriosa

Cosa c’è di strano?
Più che un quiz questa volta si tratta di dare una spiegazione a quel che si vede nelle foto.
L’altro ieri mostravo con ammirazione questa piccola pianta in fiore ad un’amica, ma guardando il nome scritto sul cartellino (Oncidium sphegiferum) mi son reso conto che c’era qualche cosa di strano. La pianta corrisponde alle caratteristiche morfologiche dell’Oncidium sphegiferum, ma il fiore no: giuro che non è un fotomontaggio.

La pianta è stata rinvasata e divisa nel Luglio scorso: era in un unico vaso ed è stata divisa in tre ceppi, uno ha mostrato il fiore che si vede nelle foto.

Descrizione: piccoli pseudobulbi – foglie carnose – infiorescenza, rigida, lunga circa 15 cm – fiore singolo di circa 1 x 2 cm, con uno sperone di circa 3 cm. La pianta è in un
vaso di 9 cm.

Domanda
Come risposta è sufficiente la vostra deduzione… poi il mistero lo scopriremo insieme, sì perché nemmeno io ho messo a fuoco la stranezza!

In bocca al lupo e buona osservazione

17 pensieri su “Quiz: orchidea misteriosa

  1. Sì Giuliano, complimenti, la specie forse è la Chinorchis uniflora…approfondiremo!
    Anche Gianni istintivamente era arrivato da vicino, il genere Chinorchis è strettamente collegato al genere Habenaria …si legge.
    Comunque il mistero si infittisce: sto ricostruendo la storia di quell’Oncidium sphegiferum e non riesco a giustificare cosa ci stia a fare una terricola del madagascar fra le radici di un’Oncidium brasiliano.

    Mi par di ricordare che l’Oncidium sia giunto nella mia serra poco prima di essere buttato nella pattumiera: qualche anno fa AF orchidea chiudeva i battenti e in quell’occasione le piante dell’azienda furono spostate in Francia (nuova ditta AM orchidee),
    Un certo numero di piante rimase in Italia e la titolare le consegnò ai soci dell’ATAO che le divisero fra loro.
    Rimase qualche parvenza di pianta in vasetto, rimasugli rinsecchiti e piante morte o quasi che provai a coltivare: l’Oncidium sphegiferum è uno di quei rimasugli rifiutati e questa bella sorpresa è la ricompensa per averlo salvato da morte certa!
    Però il tutto rimane ancora avvolto nel mistero.
    Guido

  2. Ciao Gianni,
    dopo l’ “autopsia” fatta con Guido sabato direi che non è nessuna delle tre.
    E’ evidente che sia una terricola (almeno l’aspetto morfologico è quello) ed il genere dovrebbe essere quello giusto, ma essendo che con tutta probabilità il seme dormiente del genere in questione è arrivato assieme alla pianta (Oncidium sphegiferum) originaria del Brasile, credo se ne possa dedurre che “l’ospite” abbia la stessa provenienza, e sia da ricercarsi tra le specie endemiche di quella zona, altra eventualità è quella che ventilavi tu: quella di una nuova specie non ancora catalogata o la forma “alba” di qualche altra invece già nota. 🙂
    La caccia continua……
    Ciao Massimo

Ciao! Che ne pensi?

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.