Associazione Italiana di Orchidologia: chi ci crede c’è

Sabato 9 Aprile hanno avuto luogo le elezioni per il rinnovo del consiglio direttivo 2011-2014 dell’Associazione Italiana di Orchidologia.

Ecco i nomi degli eletti:
1 – Guido Diana
2 – Alberto Ghedin
3 – Antonio Camani
4 – Gianni Faccioli
5 – Giammaria Conte
6 – Claudio Nardotto
7 – Massimo Rampon

Orchids.it si congratula con i neo eletti consiglieri A.I.O.

A completezza dell’informazione va detto che lo statuto (Art. 10) prevede anche la presenza (per diritto) dei Presidenti delle Associazioni orchidofile locali che aderiscono con formale richiesta all’ A.I.O.

Art. 10 – CONSIGLIO DIRETTIVO
Il Consiglio Direttivo è composto di diritto dai Presidenti delle Associazioni aderenti e da sette rappresentanti dei soci ordinari eletti dall’Assemblea.
I membri eletti del Consiglio Direttivo durano in carica 3 anni.
Il Consiglio Direttivo elegge nel proprio seno il Presidente.
Il Consiglio Direttivo si riunisce tutte le volte che il Presidente lo ritenga necessario o quando ne sia fatta richiesta da almeno 1/3 dei membri del Consiglio stesso, comunque non meno di 1 volta l’anno.
Per la validità delle deliberazioni occorre la presenza effettiva della maggioranza dei membri del Consiglio stesso e il voto favorevole della maggioranza dei presenti: in caso di parità di voti prevale il voto del Presidente.

Ecco i nomi dei membri di diritto:
SABINE REISS (AMOR)
ADELINDO GIULIANI (ALO)
DANILO SLAVIERO (ATAO)
VITO VIGANO’ (ALAO)
ALESSANDRO CAVAZZA (AERADO)
DANIELE DORO (GIROS)
FILIPPO DI MATTEO (AMAO)
CLAUDIO FRENEZ (ATO)
MARIO VILLA (GAO)

Nello spirito dei soci fondatori dell’Associazione Itialiana di Orchidologia, l’articolo 10 dello statuto voleva essere un “ponte di unione” fra i gruppi locali organizzati e gli iscritti con “motu proprio”, cioè con iniziativa personale.
La fase iniziale della vita dell’A.I.O. è stata praticamente alimentata dalle Associazioni fondatrici, travasando ad essa, parte della quota associativa dei loro iscritti.
A distanza di anni, questa tornata elettorale ha evidenziato un fenomeno, per certi aspetti assai positivo, per altri un po’ meno: i soci eletti nel nuovo direttivo sono tutti espressione di iscritti AIO con “motu proprio”.
Si dirà: bene! Significa che l’Associazione ha una sua dimensione e una sua forza. E’ vero. Ci sono anche le ombre però: cosa intendono fare i gruppi locali che continuano ad aderire all’AIO senza alcun loro socio iscritto?
Buon lavoro a tutti, membri eletti e membri di diritto… ne avrete tante cose da fare.

Nota: iscriversi all’AIO è facile…puoi farlo anche tu, ora, subito…entra alla grande nel mondo delle orchidee modulo di iscrizione

Questa voce è stata pubblicata in Orchids. Contrassegna il permalink.

8 risposte a Associazione Italiana di Orchidologia: chi ci crede c’è

Ciao! Che ne pensi?

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.