Il sogno di ogni collezionista di orchidee: la serra!

Coltivare orchidee esotiche è facile, basta creare l’habitat ideale per la loro vita, e questo è il vero problema da risolvere.
Sintetizzando, serve la serra! Serra che funzioni, che duri nel tempo e che sia anche bella… perché no!
Ecco il sogno, il sogno che mi ha accompagnato nei miei oltre 30 anni di vita con le orchidee, sogno che ho realizzato inventando soluzioni, accumulando nel tempo un bagaglio di esperienze, sia nella creazione di microclimi ideali, sia anche nella coltivazione.
Via via negli anni e da diversi coltivatori dilettanti ho visto nascere molte serre amatoriali, qualcuna auto costruita ed altre date in mano ad artigiani inesperti. Ho visto dei veri e propri obrobri, ma anche qualche buona soluzione. Il cruccio che mi ossessiona quando mi si chiedono consigli sulla serra in costruzione – per altro raramente seguiti – è quello di mettere in pratica le mie esperienze per realizzare un prototipo di serra per le orchidee, bello e funzionale.

Serra mod. “ORCHidea di Guido” (particolare)

Nasce il progetto: “ORCHidea di Guido”
Il progetto nasce da una conversazione con Luca Bedin, titolare di Serregiardini quando ad una sua precisa domanda – Guido, proviamo a costruire una serra amatoriale chiavi in mano, studiata per la coltivazione delle orchidee? – con un p’ò di incoscienza ho risposto: perché no! Così è partita l’avventura che ci porterà alla realizzazione del prototipo di quello che mancava, che poi sarà messo in vendita su scala commerciale: una serra amatoriale con prestazioni professionali, di dimensioni modulabili, esplicitamente studiata per le orchidee.

La serra (strutture “Serregiardini” – soluzioni tecnologiche di coltivazione “Guido”) sta “crescendo” da me. La presentazione ufficiale avrà luogo presumibilmente entro il mese di Agosto 2013.
Per tale occasione sarà dato alle stampe un libro illustrativo, corredato di un CD, dove saranno spiegati tutti i perché delle scelte tecniche applicate ed anche dei piccoli trucchi di una buona coltivazione: praticamente una guida illustrata alla coltivazione delle orchidee esotiche, con le storie e le leggende che da secoli accompagnano quel magico mondo.

PS) – Quando la serra sarà messa a regime (tecnologie funzionanti e piena di piante), ci sarà la cerimonia di presentazione, che avrà luogo presso la mia dimora. Chi desidererà presenziare invii una e-mail a info@orchids.it – posti limitati.

5 pensieri riguardo “Il sogno di ogni collezionista di orchidee: la serra!”

  1. Io porrei anche un’occhio di riguardo all’autonomia della serra…ovvero il poter essere assenti anche per una settimana senza farsi prendere dal panico….se posso…ci ho speso delle nottate a studiare stratagemmi e soluzioni e forse potrei dare il mio contributo…

  2. E’ un’idea eccezionale, proprio perchè chi comincia spesso è letteralmente frenato dai problemi ai quali può andare incontro, mentre vedendo un qualcosa di già realizzato può farsi un’idea di quello che potrebbe fare e sopratutto come realizzarsela a misura.
    Per chi ha già cominciato invece una serie di idee per migliorare ed ampliare ciò che già gestisce.
    Stratosferico come sempre Guido!

Ciao! Che ne pensi?