Bulbophyllum vaginatum

IMG_5917IMG_5915 Bulbophyllum vaginatum (Lindl.) Rchb. f.

Etimologia
Genere: in riferimanto alla foglia che cresce all’apice di ogni pseudobulbo.
Specie: dotato di guaina.
Sinonimi:
Bulbophyllum whiteanum (Rolfe) JJSm.
Cirrhopetalum caudatum Wight.
Nomi comuni: Bulbophyllum vagina.
Stato: in pericolo di estinzione.
Habitat: epifita
Distribuzione: India, Sri Lanka, Indocina, Malesia.

Nei Paesi di endemicità, Bulbophyllum vaginatum, insieme a Dendrobium crumenatum sono molto comuni come piante epifite sugli alberi dei giardini urbani, coltivati per le loro spettacolari fioriture.
Bulbophyllum vaginatum ha foglie spesse, corte, strette e curve verso il basso. I fiori sono di colore giallo pallido con lunghe code, caratteristica che li rende molto distintivi.

bulb_vaginatum6 Foto tratta da uforest.org

In natura può essere facilmente scambiato per la felce, Pyrrosia lanceolata, in quanto occupano lo stesso habitat con forma simile. Tuttavia, le foglie di P. lanceolata si distinguono per la mancanza di pseudobulbi.

Curiosità: la fioritura di Bulbophyllum vaginatum, così come quella di Dendrobium crumenatum, si manifestano dopo un periodo di pioggia, probabilmente facilitate dal conseguente calo della temperatura. Per questa loro particolarità, sono note come “le orchidee della pioggia o dei temporali”.
Nell’isola di Java i frutti di questa specie, a volte miscelati con quelli di Plocoglottis javanica, Hippeophyllum scortechnii e Dendrobium crumenatum sono bolliti ed il succo ricavato serve per curare il mal d’orecchi.

Ciao! Che ne pensi?

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.