Angraecum germinyanum

Prima fioritura

Angraecum germinyanum è stato descritto da Joseph Dalton Hooker e pubblicato su Botanical Magazine 115: t. 7061. 1889.

Angraecum : nome generico che si riferisce in Malese al suo aspetto simile alla Vanda .

germinyanum : epiteto assegnato in onore di Germiny (conte francese e appassionato di orchidee del 1800).

Angraecum germinyanum Hook. f. 1889

Credo che non ci sia niente di più eccitante in una collezione di orchidee che vedere fiorire una pianta per la prima volta. L’ habitat originale di Angraecum germinyanum è l’altopiano centrale del Madagascar tra i 1000-2000 metri di altitudine. In natura è sottoposta a grossi sbalzi di temperature 34C – 0C. In coltivazione, piante molto mature sono alte quasi 100 cm con 3-5 rami che si estendono per circa 50 cm. I fiori si formano singolarmente di fronte all’ascella delle foglie con un peduncolo di 3 cm di lunghezza. Il labello è rivolto verso l’alto (labello di tipo superiore) ed è alto e largo 1,7-2,3 cm con una punta appuntita nella parte superiore che è più alta di circa 2 cm. Sia i sepali che i petali sono contorti. Lo sperone è lungo 12-13 cm. Angraecum germinyanum ha un periodo di riposo. L’irrigazione dovrebbe essere ridotta e la concimazione interrotta per un periodo di circa tre mesi. Riprendere un normale programma di irrigazione con l’inizio della stagione di crescita.

Angraecum germinyanum Hook f. 1889. Pianta epifita monopodiale fiorisce in primavera e in estate con infiorescenze che portano un fiore ceroso solitario, profumato al gelsomino, di lunga durata, non resupinato, ceroso. Sinonimi: Angraecum bathiei Schltr. 1925; Angraecum ramosum sottosp. bidentatum H. Perrier 1941; Angraecum ramosum var. bathiei (Schltr.) H. Perrier 1941; Angraecum ramosum var. peracuminatum H. Perrier 1941; Arachnangraecum germinyanum (Hook.f.) Szlach., Mytnik & Grochocka 2013; Mystacidium germinyanum (Hook. F.) Rolfe 1904

CURA E COLTURA  
Luce:
 Angraecum germinyanum ama la luce solare intensa ed è in grado di tollerare il sole diretto del mattino e della sera.
Temperatura:
Questo tipo di orchidea richiede un regime di temperatura moderata. Si raccomanda di mantenere le piante alle seguenti condizioni di temperatura durante tutto l’anno: temperatura del giorno a 18-24 ° C; Temperatura notturna a 14-18 ° C.
Umidità:
 Angraecum germinyanum necessita umidità del 60-65% (idealmente del 70-80%). L’aria troppo secca influisce negativamente sullo sviluppo complessivo della pianta: la sua crescita è inibita, le radici iniziano a seccarsi e le foglie diventano flaccide e ingialliscono.
Substrato, supporti in crescita e rinvaso:
Questa specie può essere coltivata in vasi o cesti appesi a traliccio di accompagnamento della vegetazione. Come substrato, è meglio una miscela di corteccia di conifere e carbone. Quando si coltiva su zattere per impedire una rapida essiccazione dell’apparato radicale della pianta, si consiglia di creare un piccolo strato di muschio tra esso e il blocco. Sopra le radici, si può anche mettere lo sfagno vivo o secco.
 Irrigazione:
L’irrigazione di questo tipo di orchidee dipende direttamente dalla temperatura ambiente, maggiore è, più spesso e abbondante sarà necessario irrigare. Le piante che crescono su zattere dovrebbero essere annaffiate ogni giorno al mattino, in modo che la sera le radici delle orchidee possano asciugarsi relativamente bene. Quando si innaffiano le orchidee in vaso, è necessario ricordare che l’acqua in eccesso durante l’irrigazione dovrebbe fluire liberamente fuori dal vaso, poiché il ristagno di acqua può portare molto rapidamente alla decomposizione delle radici e della parte inferiore della pianta. Il substrato tra le innaffiature dovrebbe asciugare bene.

Ciao! Che ne pensi?

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.