Reportages

REPORT N° 9 post pubblicato 26.05.2008

Spontanee in Lessinia…e qualcuno le ammira

Una giornata fantastica

L’escursione proposta da Orchids Club Italia, in programma il 18 maggio, rinviata a ieri causa il maltempo, puntava sul monte Baldo, ma i nostri soci veronesi han pensato bene di modulare diversamente la giornata, proponendo la visita a due estese colonie di orchidee spontanee presenti sui monti Lessini e quindi la Domenica fantastica l’abbiamo trascorsa tra i monti della Lessinia, passando per la Valpolicella e l’oasi di Marezzane.
Un mondo ricchissimo, variegatissimo, interessantissimo, fatto di natura e di storia. Dalle rocce della Lessinia provengono fossili fantastici raccolti nel Museo delle Scienze Naturali di Verona. Pesci, conchiglie e piante fossili.
La frequentazione dell’uomo, in queste vallate, si perde nella notte dei tempi e ci consegna reperti di un ‘sistema vita’ che pulsava fino a poco tempo fa’. Questa terra è caratterizzata anche per la presenza di testimonianze della cultura Cimbra. Un vasto altipiano prativo dal quale scendono, a pettine, profonde vallate… ma potremo definirlo anche un grande museo all’aperto con le orchidee ad impreziosire magicamente il favoloso lavoro fatto dalla natura.

La cronaca
La cronaca della giornata non sarà rivolta alla descrizione scientifica e non vi offrirà foto professionali…queste arriveranno dagli amici fotografi del club, molto più bravi di me, sia nella conoscenza delle orchidee spontanee che nell’arte della fotografia. Cercherò solamente di impressionare le sensazioni attraverso qualche testimonianza fotografica.
Ho visto tantissime orchidee e devo dire la verità, anche alla luce delle recenti vicende di Sassano, le ho guardate con soggezione, quasi scusandomi con loro per non essere un visitatore all’altezza di quegli “illustrissimi personaggi” che san fare molto bene, convegni e dotte recensioni.
In estrema sintesi, l’escursione si è articolata in due momenti: la mattinata è stata dedicata alla scoperta delle Ophrys benacensis (il nome di specie è legato alla sua zona di endemicità – valle del Benaco), mentre il pomeriggio ci ha portati nella fantastica radura delle Orchis mascula. Più nello specifico, nell’arco dell’itera giornata abbiamo avuto la fortuna di vedere varie ed estesissime stazioni comprendenti circa una quindicina, tra specie, varietà ed ibridi naturali.
Il gruppo comprendeva quasi una ventina di soci ed amici del Club, magistralmente accompagnati da Gianni e Vincenzo, i nostri amici appassionati veronesi. Senza di loro noi non saremmo mai potuti giungere in quei luoghi: grazie Gianni e grazie Vincenzo.
Durante la mattinata abbiamo avuto anche l’onore di avere come compagni di camminata, Luciano Costantini e signora. Costantini, persona preparatissima, semplice e carica di umiltà è un profondo conoscitore della flora locale, che ha fotografato e descritto in vari libri. Camminando insieme ho avuto modo di conversare con lui e son rimasto molto colpito dalla sicurezza e precisione con cui chiamava scientificamente per nome qualsiasi essenza vegetale presente sul prato e sui muri di pietra viva, posti ai lati del sentiero.
La giornata è scivolata via dolcemente, sorprendendoci ad ascoltare silenzi impalpabili, a farsi inebriare dai profumi deliziosi della natura per la verità ancora acerba, stante la stagione piovosa, ma lo stesso avvolgente e coinvolgente.
Sì, abbiamo anche mangiato e ben bevuto…come è usanza nel nostro Club, ma questa è un’altra storia che racconterò in un prossimo post.
Ieri con noi c’era a anche Nicolò la mascotte del gruppo, 10 mesi di vita, tanta serenità e felicità nei suoi occhi ed anche in quelli di sua mamma, visibilmente orgogliosa della sua creatura.
Nel post protetto Spontanee in Lessinia: escursione 25.05.08 galleria foto puoi seguire passo passo lo scorrere degli eventi ed inoltre puoi ammirare altre foto sul
Sito di Alberto Ghedin
————————————————————————————————

Ciao! Che ne pensi?

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.