Flover 2012, una bella esposizione, anzi, bellissima

Il diavolo ha tentato di metterci la coda, scatenando le ire funeste dei venti siberiani, ma il magico gruppo organizzatore gliel’ha tagliata di brutto.

Un’edizione veramente emozionante, questa del 2012, – 23esima per la precisione – mirabile per la coreografia del vascello sventrato in due, per il numero e la qualità delle piante esposte, per la risonanza data dai media locali e soprattutto per quel favoloso lavoro di gruppo che ha permesso un allestimento da favola.
Orchids Club Italia nella veste di catalizzatore, l’Associazione Trentina Orchidee, il Gruppo orchidofilo Jaquard, il gruppo Facebook “Orchidee” e tanti collezionisti amatoriali si sono fusi in un’unica armonia di emozioni, complici le nostre orchidee, che hanno catturato gli sguardi ammirati del pubblico, numeroso sin dalle prime battute, nonostante la neve ed il freddo siberiano, ben poco consoni con i giorni di S. Valentino.

Orchids Club Italia ringrazia i tanti collaboratori, in modo particolare lo staff operativo del Flover, gli amici del Club, Gabriella Muraro, Carlo Ivano De Marchi, Susanna Zoccolini, Gianni Faccioli, Alberto Ghedin, gli amici del gruppo orchidofilo Jaquard, Giada Curreli, Massimo Rampon, Roellke Orchideen, per il loro fattivo contributo operativo e per le loro piante messe a disposizione, ed inoltre, tutte le amiche ed amici che son venuti a farci visita con le loro delizie del palato.

L’esposizione doveva chiudere i battenti oggi, ed invece, a grande richiesta rimarrà ancorata al vascello fino a Domenica prossima…vi aspettiamo, la festa non è ancora finita e l’amore nemmeno.

12 pensieri su “Flover 2012, una bella esposizione, anzi, bellissima

  1. E’ stata davvero un’esposizione stupenda, la mio prima in veste di orchicultrice, e non di semplice appassionata, e ne sono rimasta veramente contenta.
    Ho conosciuto varie persone molto interessanti, con cui prima parlavo solo via web e acquistato piante molto belle.
    L’unica cosa che mi dispiace è non essere riuscita a conoscerti di persona Guido, ma penso che ne avrò l’occasione a Pordenone.
    Complimenti davvero!

    • Ciao Eilinor, purtroppo nei primi giorni della mostra ho avuto qualche problemino, ora tutto Ok…ci vedremo a Pordenone.
      Aspetto di leggere un bel reportage della mostra sul tuo blog…posso fare un link ed inserirlo fra i miei blog amici??
      A presto
      Guido

      • Certamente Guido, mi farebbe molto piacere!
        purtroppo di foto al Flover ne ho fatte pochissime ma sto comunque preparando un reportage per il mio blog e anche vari approfondimenti sugli acquisti fatti.
        Ci vedremo a Pordenone!

  2. Ciao Barbara, dammi qualche altro indizio… se sono quelle del Flover in vendita, non saprei proprio dirtelo…saranno ibridi, naturalmente.
    a presto
    Guido

    • Ho guardato sui miei libri, tipo schilleriana credo. .Mi hanno detto che le hanno sistemate nei calici per farle stare diritte.Non ne avevano da sole , solo in composizione. Colore rosa chiaro, moltissimi fiori, bellissime!

      • Domenica prossima sarò al Flover…spero, la strada è lunga, magari le guarderemo insieme.
        Ciao
        Guido

  3. Salve Guido, concordo pienamente con te. Spettacolare direi, come sempre ho aumentato la mia collezione con nuovi esemplari. Se si protrae fino a domenica, magari faccio un’altro giretto. Una domanda:(se ti ricordi quelle phalaenopsis posizionate nei calici con lo stelo molto ricadente), quale è il loro nome? Grazie
    A presto

    • ciao gli steli in natura sono ricadenti,siamo noi che li posizioniamo in verticale sorreggendoli con bastoncini,é stato detto oggi al corso che si è tenuto alla flover.
      saluti Rossana

      • Ma quella che c’era lì ,dallo stelo principale partivano numerosi altri steli molto lunghi e pieni di fiori non come le solite. Sembrava la specie botanica “schilleriana”. . Non ne avevo mai viste così. .Tra l’altro io i bastoncini li tolgo sempre , non mi piacciono, anzi ne ho qualcuna su corteccia messa a testa in giù. . Ciao

Ciao! Che ne pensi?

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.