Amarcord… profumo di orchidee e aria di Schio

Buona giornata Italia orchidofila!

Anche oggi questo blog, in collaborazione con la Tribuna della Federazione originaria (non quella del logo con le stigmate), vi da il buongiorno con la puntuale fioritura di un’orchidea campione: 2 best in show – 2012 – 2013 all’evento orchidofilo di Schio ormai alle porte.

Possiamo titolare questo post “Amarcord, profumo di orchidee e aria di Schio”.

img_1529 Miltonia × bluntii Rchb.f. 1879

Quella che si vede in questa foto a sinistra è la fioritura di questi giorni, non è più l’esemplare degli anni scorsi – tutto finisce e va in crisi nella vita, anche nel modo vegetale – la pianta ha iniziato l’irreversibile crisi dell’esemplare, pertanto è stata divisa ed ora sta ripartendo lentamente.

La sua storia.
miltoniaxbluntii_2012_schioLa pianta, un ibrido primario di Miltonia, arriva nella collezione Rio Parnasso sul finire degli anni 80 del secolo scorso e da subito si sviluppa con vigore fino a diventare un bel esemplare che di anno in anno, in autunno, si mostrava fiorito in tutto il suo splendore.

016La sua notorietà pubblica si concretizza con l’evento orchidofilo di Schio che cade proprio sul finire di Settembre quando l’esemplare è in piena fioritura e per lei il gioco è stato facile.

In questo post si potrà ripercorrere la storia tormentata dell’evento schledense, si vedrà un video, qualche foto della pianta in esposizione e per me scorreranno tanti ricordi e momenti intensi della mia vita.

Valga per tutti un monito: non dobbiamo essere noi coltivatori, le star degli eventi, sono le nostre piante le protagoniste, sempre, nel bene e nel male, chi si mette davanti a loro, chi pone veti o assume comportamenti censori, sbaglia, sbaglia due volte, ma tant’è.
Ad maiora.

Gli Angeli di Schio

Appuntamento a Schio, le nostre orchidee vi aspettano.

Orchids Club Italia, incontri e mostre.

E’ stata una bellissima giornata con le orchidee all’aria aperta.

Effettivamente, l’idea di organizzarci una mostra di orchidee…le nostre, in occasione dell’incontro settembrino ha funzionato alla grande, tanto alla grande che, come spesso accade, anche in questo caso abbiamo dovuto aggiungere qualche tavolo per poter esporre tutte le piante dei soci.
Le notizie da pubblicare sono davvero tante…sicuramente mi sfuggirà qualche aneddoto, che magari potrà essere ripescato nei vostri commenti.
Allora cominciamo con una cronaca succinta dell’aspetto per così dire “programmatico”:
Il luogo ameno e la piacevole coreografia del giardino di Francesca e Graziano, addobbato con le nostre orchidee fiorite faceva da scenario alla discussione sui metodi e sulle varie filosofie di giudizio in uso nelle varie associazioni orchidofile internazionali.

E’ emersa la preferenza per il metodo di giudizio adottato negli USA dalla American Orchids Society che nella sostanza assegna dei punti a crescere
Si è anche argomentato sulla figura del giudice “tipo” che, innanzi tutto deve essere un buon coltivatore e conoscitore delle orchidee, qualità queste, importanti ma non sufficienti se l’aspirante giudice non fa esperienza sul campo partecipando a molte mostre di orchidee, magari accreditandosi come giudice.
Si è anche deciso di presenziare attivamente all’EOC di Dresda 2009, sia come congressisti che come associazione espositrice. A tal proposito è stato nominato “con ovazione” Presidente pro tempore e rappresentante di Orchids Club Italia all’ European Orchid Conference 2009 il nostro caro socio GIANNI MORELLO… momentaneamente (ormai da oltre 40 anni) residente a Ulm (D).
Congratulazioni a Gianni e buon lavoro da parte di tutto il Club.

Lucullo ha avuto il soppravento
Le intenzioni erano buone, finita la discussione avremmo dovuto allenarci a fare i giudici, invece abbiamo preferito ammirare le orchidee esposte (ecco una piccola galleria fotografica)

Tutte le foto pubblicate su questo post sono del nostro carissimo amico e socio del Club Vincenzo Ghirardi (VR)

Abbiamo anche speso un po di tempo ad argomentare sui vari problemi di coltivazione per poi tuffarci in un “grosso grasso e dolce” intermezzo ristoratore.
I bei momenti da sottolineare… tanti, veramente tanti, perdonatemi se qualche aspetto mi sfugge, anzi, riprendetelo voi nei commenti.
E’ stato bello vedere i “Senatori” conversare con i giovani appassionati, questo non lo scrivo per enfatizzare la vitalità del Club, ma per carpire la conferma che si sta lavorando bene.
Che dire poi di Tite (Udine), che ultimate le immersioni sub nelle limpide acque del Quarnero (Croazia) è partito lancia in resta per essere presente al nostro appuntamento! Di Aldo Dello Iacovo (Treviso), che non potendo presenziare si è premurato di far giungere una grande teglia di buon pasticcio per tutti noi.
Della dolce Maya (VE), che per essere fra noi ha disertato perfino la manifestazione aerea organizzata dal papà a pochi chilometri di distanza… a proposito, suo è l’Oncidium papilio in esposizione e sua è pure la mega torta di pasta sfoglia e crema raffigurante un bellissimo Paphiopedilum rothschildianum in onore del padrone di casa, gran coltivatore di Paphiopedilum. Di quel Cymbidium giallo limone a fioritura estiva portato in mostra da G.& C.I. Delle rarità insolite di Antonio (VE) e di tante altre belle soddisfazioni nel vedere che tutti, veramente tutti si sono presentati con una pianta in fiore per la nostra giornata con le orchidee.
Ecco alcune impressioni fotografiche senza commenti, carpite dal magico Vincenzo…come sempre un gran signore.

Desidero chiudere questa parentesi con la Miltonia regnellii di Adriano (UD), che ha ricevuto in omaggio qualche anno fa durante uno dei primi corsi sulla coltivazione delle orchidee tenutosi da me… doppia soddisfazione: una bella pianta fiorita e un bravo coltivatore di orchidee… forse anche un po per merito mio.

Il post continua con i vostri commenti, grazie a Francesca e Graziano per l’ospitalità ed un evviva alla nostra bella famiglia orchidofila.
A proposito… Domenica 5 Ottobre siamo tutti ospiti di Orietta e Severino ad Azzano Decimo (PN) per l’Ottobrata con le orchidee…seguirà programma.