Vanda coerulea

vanda coerulea

Vanda coerulea Griff. ex Lindl., Edwards’s Bot. Reg. 33: t. 30 (1847).

Nota anche come orchidea blu è una tra le più diffuse e apprezzate specie dai collezionisti, nativa del sud-est Asia, dove cresce ad altitudini che vanno
dai 1200 ai 1800 metri sulle montagne dell’himalaya, va per questo coltivata nella zona più fresca e luminosa della serra. Il colore la forma e la dimensione (circa 10 cm) sono variabili.
I sepali ed i petali sono blu chiaro con venature più scure. Il labello è viola sfumato di bianco.
Il botanico William Griffith’s descrisse questa specie nel 1947, la notizia della scoperta di un’orchidea blu entusiasmò talmente gli appassionati di orchidee dell’epoca, che rischiò in breve tempo la
scomparsa dai luoghi di origine, tanto da essere ancor oggi una specie sotto protezione del Cites. Le specie in commercio sono pertanto provenienti da semine o da riproduzione meristematica.
Fiorisce in qualsiasi momento dell’anno.

Questa pianta è stata acquistata a marzo di quest’anno alla nostra mostra di Pordennone allo stand di Franco Bianco che ancora una volta dimostra la qualità delle sue piante.
Vedi quì ulteriori informazioni sul blog

– foto 27-8-08 Alberto Ghedin

7 pensieri su “Vanda coerulea

  1. Le orchidee, come dice Alberto, vanno tutte concimate; certo, se piantiamo,come qualcuno fa con splendidi risultati, i Cymbidium nel letame di cavallo, queste trovano nel substrato ciò di cui hanno bisogno, senza ulteriori aggiunte. Lo stesso vale anche per tutte le altre terricole, Pleione e Cypripedium compresi, cambia solo la concentrazione del fertilizzante: se il substrato di coltivazione non da il nutrimento necessario, bisogna aggiungerlo.

Ciao! Che ne pensi?

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.