You Never Can Tell… Non puoi mai immaginare

E’ da qualche giorno che mi frulla per la testa la canzone: You Never Can Tell, di Chuck Berry, il padre del Rock and Roll. Quasi a voler imitare Bruce Springsteen, mi trovo a canticchiarla, a volte a fischiettarla, in qualsiasi luogo pubblico.

…”Non puoi mai immaginare”: “c’est la vie”…. mi sa che sto invecchiando!!


Celeberrima scena di Pulp Ficition, il fim di Quentin Tarantino, in cui John Travolta e Uma Thurman si lanciano in un ballo scatenato.

You Never Can Tell

It was a teenage wedding
and the old folks wished them well
you could see that Pierre did truly love
the madamoiselle
And now the young monsieur and madame
have rung the chapel bell
“c’est la vie”, say the old folks
it goes to show you never can tell

They furnished off an apartment with a two room Roebuck sale
the coolerator was crammed with TV dinners and ginger ale
But when Pierre found work
the little money comin` worked out well
“c’est la vie”, say the old folks
it goes to show you never can tell

They had a hi-fi phono, boy,
did they let it blast
seven hundred little records, all rock, rhythm and jazz
but when the sun went down
the rapid tempo of the music fell
“c’est la vie”, say the old folks
it goes to show you never can tell

they bought a souped-up jitney
`twas a cherry red `53
they drove it down to Orleans
to celebrate the anniversary
it was there that Pierre was married
to the lovely madamoiselle
“c‘est la vie”, say the old folks
it goes to show you never can tell.
Traduzione italiana

Non puoi mai immaginare

Era un matrimonio tra due ragazzini
e i vecchi gli facevano gli auguri
si vedeva che Pierre amava sul serio
la signorina
E ora i giovani signore e signora
hanno suonato la campana della cappella
“E’ la vita”, dicevano i vecchi
non puoi mai sapere quello che ti capita.

Arredarono un appartamento con due stanze, venduto da Roebuck
il frigo era pieno di cene surgelate e ginger da bere.
Ma quando Pierre trovò lavoro
i pochi soldi che arrivarono fruttarono bene
“E’ la vita”, dicevano i vecchi
non puoi mai sapere quello che ti capita.

Comprarono un impianto hi-fi, ragazzo,
lo lasciavano suonare a tutto volume
settecento dischi, tutti rock, rhythm and jazz
ma quando il sole tramontava
il ritmo veloce della musica si smorzava
“E’ la vita”, dicevano i vecchi
non puoi mai sapere quello che ti capita.

Comprarono una jitney truccata
era una ‘cherry red’ del ’53
guidarono giù fino a New Orleans
per festeggiare il loro anniversario
era lì che Pierre si era sposato
con la bella signorina
“E’ la vita”, dicevano i vecchi
non puoi mai sapere quello che ti capita.

Un pensiero riguardo “You Never Can Tell… Non puoi mai immaginare”

Ciao! Che ne pensi?