«L’è tutto sbagliato, tutto da rifare. 2.0»

In questi giorni, ai soci ATAO e giunta una e-mail di invito, per certi aspetti sconcertante. La mail riguarda la mostra orchidofila in programma sabato 7 e domenica 8 Novembre presso il garden Barbazza di Treviso, organizzata dal gruppo “Amatori Orchidee del Veneto”
In essa sono contenute delle omissioni fuorvianti, gravi e irrispettose, eccola nella sua versione integrale:

Cari amici siamo stati invitati a partecipare alla mostra organizzata
dal garden Barbazza a Treviso in vicolo S. Pelaio che si terrà nei
giorni 6/7/8novembre , in questa mostra saranno presenti i giudici AIO
i quali faranno un giudizio al tavolo delle piante . Ricordo a tutti
che un premio dato a una pianta da giudici così qualificati è un
valore aggiunto a tale pianta e che anche le ulteriori divisioni della
stessa avranno un pregio maggiore . Spero che chi ha qualche esemplare
lo esponga e comunque tale manifestazione è ricca di iniziative , vale
la pena di visitarla!
IVAN MARCASSA (Presidente)

1) – Nell’enunciazione manca il soggetto “invitante” ed in ogni caso, ad oggi, non c’è stato nessun contatto operativo fra gruppo organizzatore della mostra e l’ATAO.
2) – Si mente sapendo di mentire quando si scrive: “mostra organizzata
dal garden Barbazza,
” perché?
La mostra – e questo si evince leggendo quanto scritto su tutti i social – è organizzata da un gruppo di “Amatori Orchidee del Veneto”, che per l’appunto invita, “nello spirito della massima condivisione, chiunque potrà partecipare con le proprie orchidee, per qualsiasi problema e informazione operativa contattare Gianmaria Conte gianco3@alice.it.”… tutti a partecipare operativamente e con proprie piante da mettere in esposizione: perché questa omissione?

Aspetti ancor più gravi sono le motivazioni e le modalità di partecipazione indicate nella missiva:
” in questa mostra saranno presenti i giudici AIO i quali faranno un giudizio al tavolo delle piante . Ricordo a tutti che un premio dato a una pianta da giudici così qualificati è un valore aggiunto a tale pianta e che anche le ulteriori divisioni della stessa avranno un pregio maggiore”…
Impressionante!
Questo sarebbe lo spirito della massima condivisione?

Se tutto questo va aggiunto a quanto trasmette “radio scarpa”- dobbiamo iscrivere qualche socio ATAO all’AIO… e così l’anno prossimo la mostra di Schio saremo noi a farla – siamo proprio alla frutta.”
Vox populi vox Dei.

Ciao! Che ne pensi?

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.