Progetto: una federazione per unire tutte le realtà orchidofile italiane

temporaleSi potrebbe dire: ce n’era bisogno. Ce n’era bisogno perché erano troppe le nuvole che offuscavano il cielo dell’orchidofilia e orchidologia italiana. E’ di un mese fa lo scoppio di una crisi nell’AERADO, la mitica Associazione Emiliano Romagnola. Sono di questi giorni le dimissioni di vari membri del Consiglio Direttivo AIO, Vice Presidente compreso.

Senza voler sindacare sulle motivazioni di questo malessere generale, per chi ha a cuore il buon funzionamento dell’ orchidofilia e orchidologia nazionale, è suonato il campanello di allarme.

Il vento del nord est
Più o meno ufficialmente si sussurra, si discute, e da più parti affiora chiara la necessità di nuovi spazi aggreganti.
Se ne è parlato anche a Nord Est, in quella parte dell’Italia che tanto ha dato e ancora continua a dare, alla vita associata del mondo orchidofilo italiano.
Ma cosa manca nell’Italia delle orchidee, che non le consente di muoversi in maniera unita e forte?
All’evidenza, quello che c’è, dà solamente risposte settoriali o locali, gli eventi orchidofili sono frutto di improvvisazioni o di impulsi che esulano da progettualità pianificate, e spesso nascono in contrapposizione gli uni agli altri.

Forse le dimissioni in AIO, le cicliche crisi locali (vedi ATAO, ALAO e AERADO), e i tanti vuoti di rappresentatività, sono a chiederci di unirci sotto un nuovo cielo condiviso.

cielo-sole-300x138Ed ecco che il vento dell’est è venuto ancora una volta a soffiare aria nuova.
Domenica 6 Marzo alle ore 14, a Pordenoneorchidea sarà presentato ufficialmente un progetto federativo condiviso, con lo scopo di unire le associazioni amatoriali italiane, i produttori – venditori e tutte quelle manifestazioni spontanee che da tempo si aggregano attraverso i nuovi orizzonti che offre internet, tutti nella loro totale autonomia, ma con l’intento di condividere armonicamente la comune passione.
Parafrasando un capoverso della poesia di Pablo Neruda “ODE ALLA PACE”…
…”ed io voglio che vengano con me
la ragazza, il minatore, l’avvocato, il marinaio, il fabbricante di bambole
e che escano a bere con me il vino più rosso”…
a Pordenoneorchidea, saremo a chiedervi di aderire alla fase costituente del nuovo progetto federativo: vi aspettiamo!

1 pensiero su “Progetto: una federazione per unire tutte le realtà orchidofile italiane

  1. In risposta a quanti chiedono di conoscere le modalità per aderire alla “FEDERAZIONE ITALIANA ORCHIDEE”, per conto del comitato promotore, esplicito quanto segue:

    1) – Le adesioni alla fase progettuale possono essere, ad personam (es: Mario Rossi), Associazioni orchidofile, gruppi Fb. o Club, Aziende di produzione e vendita orchidee, Orti botanici, Gruppi di studio e Musei.

    2) – Sono connsentite pluriappartenenze: alla Federazione Italiana Orchidee, ad altri Gruppi o Associazioni, anche sovranazionali.

    3) – Personalità giuridica delle adesioni: semplice, sostenitore, mecenate.

    4) – Modalità di reclutamento adesioni: in occasione della presentazione ufficiale a Pordenoneorchidea, successivamente in altri eventi orchidofili, via e-mail a – federazioneitalianaorchidee@gmail.com – oppure info@orchids.it

    5) – Quote di adesione, tendenzialmente popolari (a partire da 5 euro), in ottemperanza delle leggi vigenti che regolano l’associazionismo no profit, saranno esplicitate in occasione della presentazione ufficiale.

    6) – Dopo la presentazione ufficiale, sarà dedicato un mese per la raccolta adesioni. Tutti i soggetti aderenti a far data dal 5 Aprile 2016 andranno a comporre il gruppo “Soci fondatori”, soggetto che avrà l’onere e l’onore di costituire giuridicamente la Federazione Italiana Orchidee.
    Il comitato promotore vi aspetta, buone orchidee.

Ciao! Che ne pensi?

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.