Phragmipedium Memoria Dick Clements "Rio Parnasso"

Phragmipedium in fiore nella collezione rio Parnasso: 12.07.2020. Sto spendendo la Domenica davanti al computer per trovare qualche notizia su questa ibridazione degli anni 90, ma non riesco a levare un ragno dal buco.

Di seguito la mera botanica e tassonomia: Orchid Hybrid: Phragmipedium Memoria Dick Clements (This name is currently accepted by the RHS.) Phragmipedium Memoria Dick Clements is an orchid hybrid originated by G.R.Clements in 1992. It is a cross of Phrag. sargentianum x Phrag. besseae. It is considered a “primary hybrid” because it is a cross between two species. Genus Phragmipedium (Phrag.) Grex: Memoria Dick Clements (name currently accepted by the RHS) Parentsx Phrag. sargentianum x Phrag. besseae. Registrant J.R.Edwards – Originator G.R.Clements Year 1992 Species Composition + Phrag. sargentianum (50%) + Phrag. besseae (50%).


Approfondimenti: Sarebbe interessante conoscere un po’ di più i protagonisti che hanno generato questa nuova pianta. La storia dovrebbe iniziare a metà degli anni 80, quando i beni immobili (siamo negli USA) di G.R.Clements sono in vendita a seguito della sua morte. Clements è noto anche con l’epiteto “Dick”. Dick si dilettava con varie ibridazioni fra specie di Phragmipedium. Dopo la morte, la sua nursery fu acquistata da vari collezionisti che continuarono la coltivazione delle varie piantine, fino a portarle a fioritura. Ed è così le orchidee seminate da Clements cominciarono a mostrare le loro qualità; più di una fu registrata alla Royal Horticultural Society. Ad esempio a una fu dato il nome “Andean Fire” (lindleyanum x besseae) registrata da Leo Schordje, che a riguardo racconta “Ho visto più fioriture nel corso degli anni, dato che sono il giovane che ha registrato quell’incrocio, nel lontano 1992. G.R. “Dick” Clements era il creatore, ho comprato diversi lotti di queste piantine dalla sua vendita immobiliare dopo la sua morte. Ho registrato l’incrocio dopo aver visto fiorire alcuni.”Poche notizie posso aggiungere su J.R.Edwards e la sua registazione RHS del luminoso Pragmipedium della foto, se non riconoscergli stima per aver dedicato il nome in memoria del suo creatore: G.R. “Dick” Clements, chapeau!

Phragmipedium Memoria Dick Clements è uno dei migliori e più popolari ibridi “besseae”.

La coltivazione dei Phragmipedium era andata in disuso nelle collezioni, ma dopo il 1981, con la scoperta di Phragmipedium besseae, il colore rosso fuoco dei suoi fiori ha riportato interesse fra gli ibridatori.

Phragmipedium Memoria Dick Clements J.R. Edwards (G. Clements)
Incrocio originato da G. Clements, e registrato da J.R. Edwards il 27-Feb-1992.
Genitori: Phrag. lindleyanum var. sargentianum (capsula) x Phrag. besseae. Note sui genitori
Phragmipedium lindleyanum var. sargentianum (Rolfe) Gruss
Basionimo: Phragmipedium sargentianum Rolfe in Orchid Review, 4: 332 (1896)
Etimologia: nominato in onore del Prof. CS Sargent, allora direttore all’ Harvard Arboretum ed editore di Garden and Forest.
Transferito: Gruss in Orchid Digest, 67(4): 228 (2003)
Distribuzione: Phrag. lindleyanum var. sargentianum è endemico nella Provincia di Pernambuco (Brasile), nelle foreste delle catena del Cariris o Tabatinga.

Phragmipedium besseae Dodson & Kuhn in American Orchid Society Bulletin 50: 1308 (1981)
Perù: San Martin, sulla strada che da Tarapoto porta a Yurimaguas, pianta litofita sulle rocce di granito bagnato, alt 1100 m.
Scoperto il 13 luglio 1981, J. & E. Halton Besse 62 (SEL).” (Dodson & Kuhn, 1981)
Etimologia: in onore della signora Elizabeth Locke Besse che ha scoperto la prima pianta.
Il primo avvistamento di Phrag. besseae risale al 1960 ad opera di Padre Angelo Andreetta, che racconta ” individuato a una certa distanza e sul lato opposto del Rio Cuyes nel sud-est dell’Ecuador, ma pensavo che fossero Begonia froebelii.”

L’enorme successo di questo incrocio ha sollecitato a più riprese l’interesse di molti ibridatori, tanto da indurli a riproporlo in diversi “remake”, usando vari cloni dei due genitori ed anche invertendo il genitore (capsula) con il genitore (polline).
Per comodità useremo il vecchio basionimo “sargentianum”
Ecco di seguito alcuni “remake” fra i più interessanti:
Phragmipedium Mem. Dick Clements (sargentianum ‘March Mist’ X besseae ‘Strawberry’)
Phragmipedium Mem. Dick Clements ‘Yellow Fin’(sargentianum ‘Westwood x besseae ‘Last Time’)
Phragmipedium Memoria Dick Clements (besseae ‘June’ X sargentianum ‘Pyrope’)
Phragmipedium Memoria Dick Clements (sargentianum ‘Pyrope’ X besseae ‘June’)
Phrag. Mem. Dick Clements (sargentianum ‘Future’ x besseae ‘Robert’s First’)
Va da se capire che ogni clone di Phrag. Mem. Dick Clements presenta varie tonalità di colori ed anche diversità nella morfologia della pianta e dei fiori. Si va dal colore rosso scuro con profonde sfumature di rosa, ai petali larghi con texture setose. Con le loro sperimentazioni, gli ibridatori tendono ad ottenere fiori grandi con petali e sepali larghi, piante vigorose con foglie rigide e con brevi rizomi orizzontali fra le singole vegetazioni, onde evitare il tratto fastidioso del Phrag. besseae.

Ciao! Che ne pensi?

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.