Phragmipedium manzurii

Da qualche anno (2008) la febbre del possesso di nuove specie di orchidee, prima rivolta soprattutto a Phragmipedium kovachii, scoperto il 5 Giugno 2002 da Michael Kovach in Perù, forse ha spostato le sue attenzioni verso Phragmipedium manzurii.

La notizia è uscita su AOS magazine, giovedi 26 Febbraio 2009. Un breve flash informa che su ‘Lankesteriana Vol 8 #3 12/2008’ è stata pubblicata la descrizione di una nuova specie di Phragmipedium.
La nuova specie è stata descritta da Wesley Higgins, Ph.D., e Paula Viveros. Si chiama Phragmipedium manzurii in onore del suo scopritore, David Angel Manzur, un professore in pensione della Facultad de Agronomia, Universidad de Caldas, Manizales.

Le piante provengono dalle zone umide del Dipartimento di Santander, Colombia. Questa nuova specie è simile a Phragmipedium fischeri e P. schlimii, tanto da far dire a Eric Christensen che “tutti sembrano essere forme di P. schlimii con diverse gradazioni, da molto colorato (P. fischeri) a leggermente colorato (P.andreetae)” ma differisce nella forma del staminode e il colore dei fiori. I fiori sono di colore verde pallido con la parte centrale gialla ed il sacchetto bianco e rosa nella sua parte superiore.

A differenza della brutta storia scritta in occasione della scoperta di Phragmipedium kovachii, questa volta i protagonisti, forse memori delle disavventure di Michael Kovach e del Marie Selby Botanical Gardens, hanno seguito le vie regolamentari.

I protagonisti: Wesley Higgins, Ph.D., responsabile della sistematica al Marie Selby Botanical Gardens insieme al botanico colombiano Viveros Paula sono gli autori della pubblicazione nella rivista scientifica Lankesteriana. Viveros è un ex stagista Selby che ha completato uno studio sulle orchidee colombiane, mentore Dr. Higgins.
La scoperta entusiasmante è stata fatta da David Manzur nel Dipartimento di Santander, Colombia.
In tale circostanza, Manzur, non potendo spedire campioni della sua scoperta (convenzione di Washington CITES) inviò alcune foto e chiese collaborazioneo al Centro di Identificazione Orchid Selby per stabilire se la sua scoperta fosse una nuova specie non ancora descritta.
Ed è così che Paula Viveros si recò in Colombia per esaminare e descrivere le piante scoperte da Manzur.
Il Professor Manzur raccolse otto piante di questa specie, che sono attualmente in coltivazione come piante da seme per la riproduzione e la distribuzione.
Phragmipedium manzurii Higgins & Viveros 2008.
Sezione: Micropetalum (Hallier) Garay.
Riferimenti per le foto:
www.latimes.com/media/photo>
www.orchidspecies.com

Ciao! Che ne pensi?

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.